Marchetti è ancora un caso Pioli: solo un fastidio muscolare

Lazio Atalanta MARCHETTI 2

Nuova stagione, vecchi problemi. Federico Marchetti riparte allo stesso identico modo di come aveva terminato lo scorso anno. Una serie infinita di problemi fisici lo avevano terribilmente condizionato: risentimenti muscolari, contratture e il posto da titolare passato (meritatamente) nelle mani di Berisha. Il tecnico biancoceleste Stefano Pioli minimizza: «Il suo non è un problema psicologico ma un fastidio muscolare. Le cose avvenute lo scorso anno non mi interessano. Sono felice dell’esordio della squadra anche se è mancata un po’ di cattiveria. Col Milan dovremo essere più veoloci e determinati». Quello attuale dovrà essere l’anno della rinascita di Marchetti, ci sono ancora i presupposti per un brillante riscatto. Ma se è vero che il buongiorno si vede dal mattino, allora per il portiere biancoceleste la salita non è ancora finita. L’incubo è tornato, ecco un altro stop alla vigilia della sfida di Coppa Italia contro il Bassano: Pioli lo ha escluso dalla lista dei convocati per un affaticamento al flessore della coscia sinistra. Marchetti ieri si è accomodato in Tribuna, tra due giorni dovrebbe rientrare a disposizione del tecnico, potrebbe farcela per il Milan. Capitolo mercato: quello in entrata è chiuso, in uscita praticamente bloccato. Attualmente sono 33 i giocatori in rosa (Sculli compreso), l’obiettivo della dirigenza è di sfoltire l’organico e consegnare a Pioli 26-27 elementi massimo. Gonzalez, Konko e Cavanda sono stati esclusi dalla sfida con il Bassano, restano in uscita, fino all’ultimo giorno di mercato tutto è possibile.

IL TEMPO