Maltempo: venti forti e nubifragi, allerta della Protezione civile

MALTEMPO PIOGGIA 2

Un’intensa perturbazione proveniente dal Nord-Europa ha portato da ieri sera una fase di tempo instabile sulla penisola, con fenomeni intensi che interessano il nord-est e il centro-sud, con un rinforzo della ventilazione nei bassi strati su gran parte delle regioni.

Sulla base delle previsioni disponibili, il dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le Regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un avviso di condizioni meteo avverse.
  I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticita’ idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino di criticita’ consultabile su www.protezionecivile.gov.it. L’avviso meteo prevede venti forti, con rinforzi fino a burrasca, dai quadranti settentrionali, dapprima su Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia-Romagna e Marche, in successiva estensione ad Umbria, Lazio, Abruzzo e Molise; inoltre, venti forti, con rinforzi fino a burrasca, a prevalente componente nord-occidentale sono previsti sulla Sardegna in estensione a Sicilia, Campania, Basilicata e Calabria.

Sono attese anche mareggiate lungo le coste esposte. Previste inoltre precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, dapprima su Marche e Umbria, in successiva estensione ad Abruzzo, Molise, Lazio, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria e Sicilia. Tali fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensita’, locali grandinate, frequente attivita’ elettrica e forti raffiche di vento.

Sulla base dei fenomeni previsti e’ stata valutata per domani criticita’ arancione per rischio idrogeologico su Friuli Venezia Giulia, Umbria, Marche, Abruzzo, Molise, Campania, Calabria, parte della Lombardia, del Lazio, della Puglia e della Basilicata. Prevista criticita’ gialla per rischio idraulico e idrogeologico sulle restanti zone di Lombardia, Lazio, Puglia e Basilicata, nonche’ su Veneto, Emilia-Romagna, Toscana, sulla Sicilia settentrionale e Sardegna occidentale. E’ utile ricordare che le valutazioni di criticita’ idrogeologica (su tre livelli: rossa, arancione e gialla) possono includere una serie di danni sul territorio, riportati sul sito del Dipartimento.

Il quadro meteorologico e delle criticita’ previste sull’Italia e’ aggiornato quotidianamente in base alle nuove previsioni e all’evolversi dei fenomeni. Le informazioni sui livelli di allerta regionali, sulle criticita’ specifiche che potrebbero riguardare i singoli territori e sulle azioni di prevenzione adottate sono gestite dalle strutture territoriali di protezione civile, in contatto con le quali il Dipartimento seguira’ l’evolversi della situazione.

AGI