Liga: Barcellona in extremis, tonfo Real

real_sociedad_real_madrid

Il Barcellona raccoglie più del dovuto in casa del Villarreal. La squadra di Luis Enrique passa all’82 e vince 1-0 contro il Sottomarino Giallo grazie ad una rete del canterano Sandro Ramirez, ispirato dall’assist vincente di Messi. Sorriso doppio per i catalani, che sono a punteggio pieno e si godono il tonfo clamoroso del Real Madrid: la squadra di Ancelotti perde 4-2 in casa della Real Sociedad, nonostante il doppio vantaggio iniziale targato Bale-Sergio Ramos.

Luis Enrique si presenta alla prima trasferta di campionato lasciando Xavi in panchina, e con il gioiellino Munir dal primo minuto. A fare ancora più rumore, rispetto all’esclusione del pilastro blaugrana, sono i fischi del Madrigal all’indirizzo di Dani Alves, che in questo stadio mangiò la famosa banana lanciata dagli spalti in un match dello scorso aprile. Padroni di casa pericolosi con Victor Ruiz, con Bravo salvato solamente dalla traversa, mentre nella ripresa il portiere cileno deve dire ancora grazie al palo sulla deviazione in spaccata di Mathieu, nel tentativo di anticipare Cani. A quindici minuti dalla fine, oltre a Xavi, Luis Enrique si gioca la carta Neymar, al posto di Munir, più il classe ’95 Ramirez, ed è proprio il giocatore cresciuto nella Masia a sbloccare il risultato all’82. Messi sterza in area di rigore e col sinistro s’inventa un assist alle spalle di Sergio Asenjo, che Ramirez deve solo spingere in rete. Successo sofferto ma che lancia il Barcellona in testa alla Liga, dopo il pari dell’Atletico con l’Eibar. Il Real Madrid, infatti, non tiene il passo dei catalani, conferma le difficoltà già intraviste nell’esordio di lunedì scorso col Cordoba e viene travolto dalla Real Sociedad con un 4-2 in rimonta: gara incredibile all’Anoeta, con Ancelotti che deve rinunciare ancora una volta a Cristiano Ronaldo e alla fine paga dazio. Dopo 11 minuti sembra tutto finito, perché le Merengues sono già sul 2-0: Sergio Ramos con un gran colpo di testa e Bale con un sinistro chirurgico a fil di palo spianano la strada. Ma la Real Sociedad non si dà per vinta e pareggia già entro la fine della prima frazione grazie alle reti di Inigo Martinez e Zurutuza. La ripresa è un incubo per Ancelotti: ancora Zurutuza al 67′ e il messicano Vela al 76′ condannano l’imbambolata retroguardia del Real Madrid ad un 4-2 che sa di umiliazione. Tempo di riflessione per i Blancos, chissà mai che Florentino Perez nell’ultimo giorno di mercato non possa fare un altro regalo…

TGCOM24