Lazio, l’Az Alkmaar non cede su Hoedt: la trattativa è una corsa contro il tempo

hoedt

Tutto fatto per giugno, il problema è trascinare Hoedt alla Lazio già a gennaio. C’è l’accordo totale con Wesley e il suo agente per un quinquennale, l’Az Alkmaar non ha però intenzione d’anticipare lo sbarco del suo centrale a Formello: in estate riceverà comunque 720mila euro di premio di valorizzazione dalla Lazio, adesso non vuole accettarne quasi il doppio da Lotito. È vero che il tecnico van der Brom lo considera un pilastro della sua difesa, ma sembra più che altro una tattica del club olandese per riuscire a trarre il massimo profitto dalla cessione “forzata” (senza rinnovo) di Hoedt.

La trattativa potrebbe andare per le lunghe, prosegue ormai dal 5 dicembre. Alla Lazio le sensazioni sono altalenanti, ma alla fine l’affare potrebbe concludersi in questo mercato d’inverno. Al momento fallita la missione biancoceleste di Lensen col presidente dell’Az Alkmaar. Eppure, dopo i 5 milioni richiesti inizialmente, già le pretese sono diminuite a poco più della metà. L’impressione è che al fotofinish tutto potrebbe sbloccarsi.

LA VOGLIA DI WESLEY
È alle strette l’Az Alkmaar. Sino a qualche giorno fa coltivava ancora la speranza di rinnovare il contratto di Hoedt nei prossimi mesi, nelle ultime ore è con le spalle al muro: Wesley dalla Finlandia (è in vacanza sulla neve con la fidanzata Melanie) ha fatto sapere al club olandese che vuole solo la Lazio. Ha visitato in gran segreto Formello, ha parlato con Pioli che lo aspetta. Sta facendo pressing in silenzio, l’olandese, poche mosse tradiscono la sua voglia biancoceleste. Per esempio un “Mi piace” sulla sua bacheca facebook a chi gli scrive: «Auguri a tutti i laziali. Buon 2015». Sarà l’anno di Hoedt a Roma, adesso o a giugno. Doria potrebbe arrivare in prestito, ma solo se il Marsiglia rinunciasse all’obbligo di riscatto.

GENTILETTI IN RECUPERO
La Lazio non può però permettersi di rimanere sei mesi scoperta, anche se sta piacevolmente ammirando i progressi di Gentiletti, eletto miglior difensore sudamericano del 2014 dal Pais e pronto a tornare in campo prima del previsto. «Santiago a fine febbraio e anche Ciani sta bruciando le tappe», giura il dottor Salvatori. Brutte notizie invece per Gonzalez: nell’amichevole col Carsoli ha avuto un problema al polpaccio sinistro, forse uno stiramento di primo grado, e salterà la Samp e, quasi certamente, il derby.

IL MESSAGGERO