Juve con Tevez-Llorente. Vidal, provino europeo

TEVEZ_LLORENTE_JUVE

Tevez e Llorente in attacco: Conte vuole andare sul sicuro nella partita che potrebbe consegnargli virtualmente il terzo scudetto. E’ vero che l’aritmetica non garantisce il titolo con i tre punti di domani sera, vincendo contro il Sassuolo la Juventus si garantirebbe la vittoria finale con due punti nelle ultime tre partite (uno se dovesse arrivare contro la Roma). Insomma, Conte non grida a caso: “Andiamo a prenderci lo scudetto”. A Reggio Emilia, città del Tricolore, ce n’è molto più di un pezzo.

VIDAL – E a Reggio Emilia, Conte si potra anche Arturo Vidal che non ha la responsbailità di chiudere la partita, ma solo quella di riuscire a scendere in campo per una parte di questa senza provare più il dolore al ginocchio destro. E’ un ulteriore test dopo l’allenameno di ieri e quello di oggi, nei quali il cileno ha forzato senza sentire più il fastidio che sta facendo temere anche l’operazione. L’intervento chirurgico è un’ipotesi che si allontana, ma per escluderla del tutto servirebbe la possibilità di trasformare gli ulimi minuti della gara di oggi in un provino. Che se – per altro – dovesse andare bene aprirebbe a Vidal anche le porte della semifinale di ritorno contro il Benfica.

DOPPIO COLPO – Per lo scudetto e per Vidal, insomma, la Juventus si gioca tanto della stagione in questo strano lunedì notte emiliano. Con la difesa formata da Caceres (che prende il posto di Barzagli, ma il titolare dovrebbe tornare giovedì), Bonucci e Chiellini; Isla al posto di Lichtsteiner (che rifiata in vista della Coppa), Pogba, Pirlo e Marchisio in mezzo, l’inesauribile Asamoah a sinistra.

TUTTOSPORT