Italia, Buffon: “L’errore? Troppe cose per la testa…”

Buffon_ITA

“Avevo troppe idee in testa, ecco cosa mi ha tradito”. Gigi Buffon non cerca scuse, dopo l’errore che è costato il gol della Spagna allo Juventus Stadium. “Mi sono accorto che, nell’uscita fuori area, stavo per travolgere Vitolo – spiega il capitano della Nazionale -. A quel punto, ho cercato di cambiare direzione e calciare subito il pallone, ma l’ho mancato. Cose che succedono? Sì, ma ci possiamo ridere sopra soltanto perché non abbiamo perso… e a patto che non accadano troppo spesso, altrimenti diventa preoccupante”.

LIBERATI — Sulla papera che ha regalato il vantaggio alla Roja, il portierone azzurro ha una teoria interessante: “E’ l’episodio che ci ha sbloccati – dice -. Prima avevamo disputato un’ora di gioco sotto tono, l’avversario ci stava sovrastando e noi eravamo bloccati, non so bene per paura di cosa. Non riuscivano a trovare le linee di passaggio che il c.t. ci aveva indicato. Ma devo fare i complimenti ai miei compagni, perché non è da tutti riuscire a reagire in modo veemente, dopo aver sofferto per così tanto tempo. Alla fine avremmo addirittura potuto vincere, ma sarebbe stato troppo”.

SU PELLÉ — Il pari, a Buffon, va bene: “Abbiamo fatto esperienza senza pagare un prezzo troppo caro, senza farci troppo male – spiega -. In futuro dovremo ricordarci di entrambe le fasi vissute in questa partita. Sia la prima ora difficile che l’ultima mezz’ora incoraggiante”. Da leader dello spogliatoio, da ultimo, Gigi deve prendere posizione sulla reazione nervosa di Pellé al momento del cambio: “E’ un ragazzo fantastico – assicura – e a freddo si renderà conto di aver sbagliato. Si scuserà per il suo comportamento e noi saremo felici di riabbracciarlo. Ha sbagliato, ma sono cose che possono capitare, in partite così tese”.

gazzetta.it