Fifa: respinto il ricorso di Blatter e Platini, confermata la sospensione

fifa-logo

La Commissione d’Appello della Fifa, presieduta da Larry Mussenden, “ha respinto integralmente i ricorsi presentati da Joseph Blatter e Michel Platini” e “confermato nella loro interezza le rispettive decisioni per quanto riguarda le misure provvisorie adottate dalla Camera arbitrale del Comitato Etico indipendente”. Lo rende noto la stessa Federcalcio internazionale. Sono quindi confermati i 90 giorni di sospensione provvisoria da tutti gli incarichi per il presidente della Fifa e quello della Uefa. Le decisioni adottate dalla Commissione d’Appello della Fifa sono state comunicate oggi anche ai due diretti interessati.

PLATINI FA RICORSO AL TAS – Platini ha annunciato ricorso al Tas: “La decisione del comitato d’appello non mi sorprende e conferma che la Fifa indaga in modo unilaterale: questa sentenza però ha un pregio, mi permette di ricorrere al Tribunale arbitrale dello sport, una corte indipendente” sottolinea in una nota il numero uno dell’Uefa confermando di ”rimanere un candidato, sereno ma deciso, per la presidenza della Fifa”.

LA SOSPENSIONE – Blatter, presidente della Fifa, e Platini, presidente della Uefa, sono stati sospesi per 90 giorni, l’8 ottobre dal comitato etico della Fifa a seguito di un’indagine di corruzione aperta dalla Procura svizzera. Entrambi avevano presentato ricorso per tentare di ridurre la sanzione. La ragione della sospensione era un pagamento sospetto di due milioni di franchi svizzeri che sono stati pagati da Blatter a Platini nel 2011. Secondo la versione di entrambi i presidenti, è stato il pagamento per il lavoro di consulenza fatto alla Fifa da parte dell’ex calciatore francese diversi anni fa. La commisisone d’appello, composta da 14 membri e guidata da Larry Mussenden delle Bermuda, per quanto riguarda Blatter “ha respinto in pieno il ricorso ed ha confermato in toto la decisione (cfr art 84 comma 2 del.. Codice FIFA Etico) in materia di misure provvisorie adottate dalla Camera arbitrale del Comitato Etico indipendente, il 7 ottobre 2015”. Tuttavia, per motivi di chiarezza, spiega la Fifa “la procedura della camera arbitrale del Comitato Etico indipendente per quanto riguarda le misure provvisorie è ancora in corso, il che significa che la camera arbitrale può ancora confermare, revocare o modificare la decisione provvisoria come recita l’art. 84 par. 2 del

Codice Etico della Fifa”. Per quanto concerne Michel Platini, la Commissione d’Appello della Fifa “ha respinto completamente il ricorso ed ha confermato in toto la decisione (cfr art 84 comma 2 del.. Codice FIFA etico) che conferma le misure provvisorie adottate dal Camera arbitrale del Comitato Etico indipendente del 20 ottobre 2015”. La decisione della camera arbitrale era stata presa in seguito alla decisione iniziale del 7 ottobre 2015 dopo aver sentito le parti in causa.

La Repubblica