Esplora il significato del termine: Mattarella: «Giustizia sia veloce»Mattarella: «Giustizia sia veloce»

Sergio_Mattarella_1

«Il paese ci chiede un’amministrazione della giustizia veloce, per dar peso sempre maggiore alla sua autorevolezza». Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, presiedendo il plenum straordinario del Csm che oggi ha votato le linee guida per la riforma del regolamento interno.

«Si coprano tutti i posti vacanti»

«Vorrei auspicare- ha continuato il presidente della Repubblica- che la copertura di tutti i posti vacanti, soprattutto di quelli direttivi e semidirettivi, sia effettuata celermente e non venga ritardata dalla ricerca di intese su una pluralità di nomine. A questo fine può essere utile attenersi a un criterio oggettivo dell’ordine cronologico delle vacanze».

«Modifiche incisive»

Mattarella al termine del plenum che ha approvato le linee guida per l’autoriforma, ha spiegato anche che le modifiche oggi sono «incisive» e contribuiscono a migliorare «la funzionalità del Csm in un’ottica di trasparenza ne riafferma il ruolo di tutela dell’autonomia, dell’indipendenza, del prestigio e della professionalità dei magistrati, valori funzionali all’efficienza del nostro sistema giudiziario».

Un’autoriforma non esaustiva

Per Mattarella tale autoriforma non è esaustiva, e deve essere accompagnata da una riforma del sistema elettorale dei componenti togati e della sezione disciplinare, attraverso interventi legislativi ordinari. Per Mattarella infine tale sistema elettorale deve garantire la corrispondenza tra volontà dell’elettore e esito della votazione per garantire «legittimazione democratica e piena rappresentatività del Csm».

Corriere della Sera