ERF, la nuova trappola della UE. Mala tempora currunt

Antonello Angelini

Ma che cos’è l’ERF? E’ l’acronimo di European Redemption Fund, Fondo Europeo di Redenzione. Quando leggo qualche sigla nuova proveniente dalla UE , devo dire la verità , un campanello di allarme risuona sinistramente nella mia testa. Ricordo il fiscal compact e l’ ESM o MES. Sembra che tutti i paesi della Eurozona debbano conferire ad un fondo speciale (ERF) , le quote di debito pubblico eccedenti il 60% . Il fondo gestirebbe questi debiti dando indicazioni dirette ai paesi membri su come ripianare questo debito. Il fondo emetterebbe bond europei garantiti dalla UE. Pare che questo ERF sia stato studiato da 11 esperti , che hanno recepito alcune proposte fatte da Angela Merkel. Ora le domande che pongo e delle quali credo già di conoscere le risposte sono:

1 Oltre al debito devono essere conferiti  asset a garanzia del debito? Per caso tra questi di sono le tonnellate di ORO della Banca d’ Italia? Cosa altro? Quindi noi daremmo ORO per pezzi di carta ?

2 Sotto quale legislazione andrebbe a ricadere il debito conferito all’ ERF? Resterebbe sotto legislazione italiana e quindi soggetto a LEX Monetae (quindi da ripagare in nuova LIRA in caso di EURO exit ) oppure andrebbe sotto legislazione estera come io temo? Se  la mia ipotesi fosse vera, sarebbe un altro modo di garantire i creditori e sarebbe inaccettabile , legando cosi gli Stati all’ EURO , perché in caso di rottura della moneta unica o di fuoriuscita unilaterale di uno Stato , il debito pubblico aumenterebbe della stessa percentuale della svalutazione della nuova moneta.

3 Cosa accadrebbe in caso di impossibilità di rispettare i dettami dell’ ERF? Confisca dei beni a garanzia? L’ Italia è il terzo paese al mondo nella classifica dei possessori di ORO e ritengo che questo faccia gola a molti.

4 Uno degli asset da dare in garanzia pare sia una percentuale della fiscalità. Andrebbe certamente a scapito del welfare, sanità , e darebbe il via ad un’ altra fase di austerity con spirale deflazionistica. I tedeschi non imparano mai dai loro stessi errori come ha già dimostrato la Storia.

5 Mi domando  come mai la nostra classe politica accetta una cosa del genere? Questa è una cessione di sovranità e una deresponsabilizzazione inaccettabile. Probabilmente essendo parte  in una classe politica espressione di certi poteri e lobby ed in parte fatta di persone senza alcun obbiettivo se non il mantenimento dello status  pensano  di poter  sempre raccontare al popolo ( come già  fatto in passato)  “ce lo chiede l’ EUROPA “  .   Mala tempora currunt !!

Antonello Angelini