Dunga perdona Maicon, tutti abbiamo seconda chance

dunga

«Rispetto Maicon come uomo e come giocatore. Le porte non sono chiuse per nessuno». Carlos Dunga è pronto a concedere una «seconda chance» all’esterno della Roma, cacciato dal ritiro del Brasile per indisciplina prima dell’amichevole dei verdeoro contro l’Ecuador. «Mi fa male, come allenatore, togliere un’opportunità a un giocatore della Selecao», dice il ct del Brasile dopo la vittoria per 1-0 nel test contro l’Ecuador. «A volte le cose accadono e la vita ci dà alcune risposte. Non possiamo mettere nulla come definitivo. Non voglio giudicare un giocatore in un modo o in un altro. Tutti noi abbiamo sempre una seconda opportunità. Io non voglio avere ragione, io voglio vincere. Ma -aggiunge- sono al comando e devo prendere delle decisioni. I tifosi possono stare certi che prenderemo le decisioni migliori per la squadra». Archiviato l’argomento Maicon, Dunga si sofferma sulle ultime prestazioni di Neymar con il Brasile. La stella verdeoro ha deciso l’amichevole di pochi giorni fa con la Colombia e contro l’Ecuador ha ispirato il gol di Willian. «È un giocatore molto competitivo e vuole vincere. È tornato da poco dall’infortunio e sono le prime partite che gioca per 90 minuti, il suo apporto è stato positivo».

ADNKRONOS