Arriva il grande freddo piogge, frane e neve mezza Italia va in tilt

MALTEMPO NEVE 1

ROMA Neve e temporali tengono in scacco l’Italia. “Big snow” alla fine è arrivata flagellando lo stivale da Nord a Sud. Pesante il bollettino dei disagi: esondazioni, scuole chiuse, nevicate su strade ed autostrade, traffico in tilt, autotrasportatori inviperiti. E poi ancora: acqua alta a Venezia, bora a Trieste (con raffiche di vento fino a 120 chilometri orari), neve anche in pianura e frane. A Roma si è mobilitato perfino Papa Francesco, che ha distribuito trecento ombrelli ai senzatetto. A Per le prossime ore la Protezione civile ha emesso l’avviso di condizioni meteo avverse, con neve a partire già dai 200 metri.
NEVE NELLE CITTÀ
Fiocchi di neve hanno imbiancato Milano e Torino. In Piemonte, però, gli occhi sono puntati su Cuneo: in città si registrano oltre 20 cm di neve, e oggi e domani le scuole resteranno chiuse. A causa dell’allerta 2 per neve, la più alta, Trenitalia ha cancellato 35 treni sulle linee Genova-Acqui Terme, Savona-Torino e Savona-Alessandria.
DISAGI SULLE STRADE
Forti i disagi anche sulle strade. Messi in campo 700 mezzi e duemila uomini per spalare 700 chilometri di tratti autostradali. Gli accumuli più significativi sul tratto appenninico della A1 Milano Napoli, con oltre 40 centimetri tra Pian del Voglio e il valico di Citerna. Disposto sul valico dell’Autosole il divieto di circolazione per i tir. Code si sono formate per i mezzi pesanti fermi sulle carreggiate: 11 i chilometri di coda tra Firenze Impruneta e Firenze nord in direzione Bologna.
PIOGGE E GELO AL CENTRO-SUD
Problemi anche nel Lazio. Una frana tra Capranica e Bracciano ha interessato la via ferroviaria facendo deragliare un treno, fortunatamente senza passeggeri a bordo. Esondato il torrente Vaccina a Ladispoli. I vigili del fuoco hanno soccorso alcuni automobilisti rimasti bloccati. A Roma, oltre al disagio per il traffico in tilt e le buche, il livello del Tevere ha superato gli 8 metri all’Idrometro di Ripetta e la Protezione Civile ha lanciato l’allerta per le prossime 36 ore.
Anche il Meridione è flagellato dai temporali. In Abruzzo la Marsica soffre sotto il gelo. Forte il pericolo valanghe su tutto l’Appenino abruzzese. Tralicci caduti e black-out elettrico in diversi centri come Tagliacozzo, Scurcola Marsicana e Capistrello. La neve ha imbiancato anche la Basilicata e soltanto ieri sera sono stati ripristinati i collegamenti dal porto di Napoli.
LE PREVISIONI
Anche per oggi, spiegano gli esperti del Centro Epson Meteo, è previsto maltempo su tutta Italia. Ci sarà un lieve miglioramento nel fine settimana, quando pioggia e neve diverranno meno intense. Ma già da domenica l’Italia tornerà sotto attacco: un fronte artico farà irruzione da est riportando freddo, vento e neve anche a bassa quota.

IL MESSAGGERO