Ansia De Rossi, Garcia incrocia le dita

La Roma in ritiro a  Bad Waltersdorf  (Austria)

La voglia è quella di esserci ad ogni costo, magari stringendo i denti, ma senza correre rischi inutili. Per questo Daniele De Rossi scenderà in campo oggi a Trigoria in cerca di sensazioni positive: un ultimo provino per contare le possibilità di recupero in vista della sfida con l’Inter domani a San Siro. Probabilmente poche, almeno rimanendo alle perplessità dello staff medico, che ieri ha registrato un miglioramento dell’ematoma all’altezza dell’inguine (quasi completamente riassorbito) e allo stesso tempo il solito indolenzimento all’adduttore della coscia accusato dal ragazzo dopo il colpo ricevuto in Germania con il Leverkusen. Al momento quindi Garcia sembra intenzionato a non rischiare, considerando inoltre il fitto calendario settimanale in cui i giallorossi si troveranno ad affrontare il decisivo ritorno europeo contro il club tedesco, incastrato a pochi giorni dal derby con la Lazio. Se le condizioni miglioreranno nelle prossime ore, Daniele verrà comunque inserito nella lista dei convocati per Milano aspettando in extremis la decisione di potersi garantire quantomeno un posto in panchina. Dubbio che il tecnico francese sta già valutando, ridisegnando la squadra in base alle necessità.

Se il numero 16 alzerà bandiera bianca, allora sarà Florenzi a completare la linea di centrocampo insieme a Pjanic e Nainggolan. Ipotesi che aprirebbe di conseguenza l’unico ballottaggio difensivo sulla corsia di destra: concedere un’altra chance a Maicon dopo l’ottima prova con l’Udinese o affidarsi alle caratteristiche più difensive di Torosidis (scelta per ora più gradita da Garcia). In attacco confermato il tridente vittorioso schierato a Firenze, con Gervinho, Dzeko e il rientro, dopo il turno di squalifica, di Salah.

IL TEMPO