Nella pillola della settimana scorsa ho ripreso la dichiarazione dell’ex Presidente dello IOR, la banca del Vaticano, Ettore Gotti Tedeschi secondo cui agli inizi degli anni ’70 si pensò di portare avanti un progetto di Nuovo Ordine Economico Mondiale. Progetto ideato dal potente Segretario di Stato americano e Consigliere per la sicurezza nazionale Henry Kissinger. Il primo punto di questa agenda, a detta di Gotti Tedeschi, fu la riduzione delle nascite in Occidente. Punto che fu realizzato e che poi causò però diversi problemi come il crollo del PIL e l’invecchiamento della popolazione a cui si sta provando a porre rimedio oggi con un nuovo reset globale.

Di fronte a queste dichiarazioni ho voluto vederci chiaro, ed ho quindi iniziato una ricerca indipendente per capire, non essendoci state misure ufficiali di contenimento delle nascite come avvenuto per esempio in Cina, come avessero fatto allora a realizzare questo specifico punto senza che il mondo se ne accorgesse. Questa ricerca mi ha portato ad un documento del National Security Study Memorandum datato 10 dicembre 1974, ma desecretato soltanto 15 anni dopo ossia nel 1989. Questo documento si chiama proprio il Kissinger Report e quindi rimane coerente alla versione di Gotti Tedeschi e riguarda proprio le implicazioni della crescita della popolazione mondiale per la sicurezza degli Stati Uniti e dei suoi interessi all’estero.

Il report è chiaro: bisognava frenare la crescita della popolazione. Il titolo più inquietante è quello che l’indice riporta nella sezione 2 di pagina 85 dove si legge: ‘Azioni per creare le condizioni per un declino della fertilità‘. Ovviamente non è specificato quali siano state queste azioni. Ma, secondo voi, cosa può essere stato?
Vaccini? Alimentazione? Ai posteri l’ardua sentenza. Ma apriamo occhi e orecchie.
Perché, come ha ribadito Gotti Tedeschi, il grande reset annunciato ufficialmente al World Economic Forum dal suo Presidente Klaus Schwab è esattamente la continuazione di quella agenda di Nuovo Ordine Economico Mondiale.
Anzi, è nato proprio per rimediare agli errori di quel progetto passato. E quali sono gli errori causati da quel progetto? Primo tra tutti l’invecchiamento della popolazione.

Quindi se in passato hanno usato senza scrupoli qualsiasi mezzo per indurre il crollo delle nascite attraverso l’infertilità indotta, cosa sarebbero capaci di fare oggi per far fronte all’invecchiamento della popolazione? Non è dato saperlo, o si rischierebbe di passare per complottisti. Ricercare le risposte a queste domande, però, è quanto mai doveroso soprattutto in un momento come questo in cui certi trattamenti sanitari vengono praticamente imposti.

La Matrix Europea – Con Francesco Amodeo