Anomalo, faticoso, durissimo: il 2020 si è concluso, ma a differenza di quanto si potesse sperare, non ha portato con sé tutti i suoi malanni.

Fare bilanci questa volta sarà più doloroso che mai: che ne sarà del nostro Paese? Quali cambiamenti porterà il nuovo anno?

Fabio Duranti si è espresso molto duramente su come il popolo italiano abbia reagito alle misure adottate dal Governo per affrontare l’emergenza Covid: “Questi si comportano con metodi identici al Nazismo – ha detto in diretta – e la gente non si ribella!”

In questo video le sue riflessioni a ‘Un giorno speciale’, ecco cosa ha detto insieme a Francesco Vergovich.

“Io sono molto deluso, mi vergogno dei miei concittadini. Noi stiamo sputando sulle persone che stanno soffrendo. L’Italia sta scoprendo di essere non quella buona nazione che si vuole professare, ci stiamo scoprendo persone cattive. Gli eroi del 2020 sono quei medici che hanno fatto le autopsie contrariamente a quello che diceva il Ministero. Hanno salvato decine di migliaia di persone.

I medici come il Dottor Mangiagalli che ignorano il nuovo neonazismo imperante che obbliga i medici a seguire una linea. È un neonazismo a tutti gli effetti perché la metodologia è quella. Si comportano con metodi identici al Nazismo. Uguali. Escludere alcuni scienziati, escludere il dibattito scientifico, cancellarlo completamente, radiare o minacciare la radiazione ai medici che dicono cose diverse… come lo chiamiamo questo? Io lo chiamo neonazismo. E la gente non si ribella, così come non si sono ribellati i tedeschi all’epoca. Io noto che gli italiani non riescono a percepire che c’è lo stesso clima.

Se uno muore sotto i colpi dell’arma di qualcuno o se muore suicida perché quello lo ha messo nella condizione di farlo il risultato è identico. È un paese che è diviso tra chi ha lo stipendio sicuro e il culo caldo, e chi è praticamente sotto un treno. C’è una sorta di guerra civile latente tra chi sta bene, non ne sa nulla ma prende le parti di chi vuole mascherine e vaccini, e dall’altra parte c’è chi si oppone ma ugualmente non sa di che cosa si sta parlando. Io di questo sono molto deluso e mi vergogno”.