Dopo alcune settimane dedicate esclusivamente all’emergenza Coronavirus si torna a discutere anche di argomenti attinenti a futuri scenari politici. Il dibattito che ha preso forma negli ultimi giorni proviene da casa Movimento 5 Stelle e riguarda un’eventuale ricandidatura della sindaca di Roma Virginia Raggi.

In questa ottica hanno fatto il giro del web e dei salotti televisivi le parole di sostegno dell’ex capogruppo M5S in Campidoglio Paolo Ferrara. “È un po’ come se si fosse impedito a Michelangelo di terminare la Cappella Sistina“, così ha scritto il pentastellato in un post pubblicato su Facebook riprendendo quanto affermato dall’attuale reggente del Movimento Vito Crimi.

Infatti, in un’intervista rilasciata al Fatto Quotidiano, Crimi ha di fatto aperto alla possibilità di un terzo mandato per gli amministratori locali, attualmente vietato dallo statuto dei 5 Stelle. Una soluzione che calzerebbe a pennello per un Raggi-bis alle elezioni per il sindaco della Capitale in programma nel 2021. L’argomento è stato approfondito dal grillino Paolo Ferrara intervistato da Luigia Luciani e Stefano Molinari.

Ecco l’intervento di Paolo Ferrara a “Lavori in Corso”

Tutti i motivi per un Raggi-bis

Questo accostamento ha fatto molto scalpore. Però era per dire che la sindaca merita di continuare quest’opera. Le motivazioni sono tante, se volete ve le elenco.

Inizialmente avevo pensato di paragonarla a Ronaldo. E’ come se Ronaldo non giocasse più a calcio. Quando mi sono domandato questa cosa ho pensato: ma Virginia Raggi ha lottato contro i Casamonica, ha distrutto le loro villette, si sta mettendo in lotta contro gli Spada, ha comprato gli autobus nuovi, ha fatto assumere tanti personale al Comune di Roma. Pensate ha asfaltato anche milioni di chilometri di strade. Solo in periferia è come se avesse asfaltato 150 campi di calcio.

Allora mi sono detto: dobbiamo continuare, la sindaca deve continuare perché sta facendo bene.

La sindaca ha rimesso a posto i conti di Roma Capitale e oggi gli investimenti superano anche i 30 milioni di euro. Proprio per questo dico che deve rimanere al suo posto. Il lavoro che ha fatto ce lo ritroveremo per i prossimi vent’anni”.

Vincolo di mandato?

Penso che Vito Crimi abbia affrontato il tema nel modo giusto. C’è bisogno di parlare e di dare una possibilità ai sindaci, penso a Chiara Appendino o al sindaco di Marino Colizza, di proseguire il lavoro che fanno.

Vi ricordo quello che disse Beppe Grillo sul nostro ex sindaco Pizzaroti: quando governava con noi era un ottimo sindaco del Pd.

Comunque alcuni politici hanno dimostrato di governare per quarant’anni, mentre noi stiamo parlando di tre mandati“.


ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

LEGGI ANCHE: