L’Unione Europea ha indicato Kristalina Georgieva come candidata direttrice del Fondo Monetario Internazionale (FMI), andando così a sostituire Christine Lagarde.

Quella che le sinistre fuxia hanno definito una “nuova vittoria delle donne” nel conflitto tra universo maschile e femminile nel panorama internazionale, fa in realtà parte di una mappa del potere stesso.

Si tratta di una vittoria della classe dominante globalista: la stessa Kristalina Georgieva appare su Twitter insieme allo speculatore cinico finanziario George Soros. Un ennesimo avatar, insomma, del potere turbocapitalistico sorosiano e finanziario.

Con Kristalina Georgieva non hanno vinto le donne, ha vinto ancora una volta la classe dominante e, nella fattispecie, la classe dominante rappresentata da un esponente di sesso femminile.

RadioAttività, la pillola del giorno con Diego Fusaro


Leggi anche: