Stadio Roma, Malagò: “Non si può rimettere in discussione sempre tutto”

Il presidente del Coni torna a parlare del progetto stadio della Roma, ribadendo l'importanza di avere impianti sportivi all'avanguardia anche in Italia

Il presidente del Coni oggi è tornato a parlare della questione stadio della Roma. Dopo la premiazione degli atleti delle Fiamme Gialle al comando generale della Guardia di Finanza ha risposto ad una domanda del nostro Alessio Di Francesco. Ecco le parole del presidente del Coni.

Malagò: “Io non ho mai giudicato una materia tecnica, tanto meno giuridica come questa, che è sostenuta dall’Avvocatura Capitolina. Sono contento che abbia individuato un possibile rischio, un’area di ulteriore preoccupazione. Ho sempre detto è giusto che la Roma, la Lazio e tutte le società abbiano il loro stadio. Io parlo di stadio, tutto il resto non mi compete, non ho nessun tipo di voce in capitolo.

Tra poco giocheremo la finale di Champions League al Wanda Metropolitano che è uno spettacolo, guardate cosa è successo a allo stadio del Tottenham malgrado White Hart Lane è stato una leggenda.

A un certo punto davvero basta, dobbiamo avere il coraggio di prendere una decisione e una volta fatto non si può rimettere in discussione sempre tutto dopo sei mesi, un anno, cinque anni. Non è serio soprattutto nei confronti di chi vuole investire nel nostro paese e questo a prescindere dalla squadra“.