Real facile la prima. Qualificazione in tasca

1211163-25285293-640-360

Torna il sorriso in casa Real, che neanche una settimana fa vedeva sfumare il primo posto della Liga dopo due sconfitte consecutive con Barcellona e Siviglia. Dopo il 3-0 sul Borussia Dortmund viene messa una prima pietra per la qualificazione alle semifinali. Certo, nei tedeschi ci sarà il rientro di Lewandowski per il match di ritorno al Signal Iduna Park (per i nostalgici il Westfalenstadion) ma il Real Madrid in stagione non ha mai perso con più di un gol di scarto ed ha dimostrato oggi di aver ritrovato una solidità difensiva che sembrava aver perso nelle ultime settimane di Marzo. Preoccupano le condizioni di Cristiano Ronaldo che nel finale di gara chiede il cambio per il solito ginocchio dolorante, a record raggiunto il portoghese vorrà sicuramente aumentare il proprio bottino di gol e il Real Madrid non può proprio perdere nel momento clou della sua stagione il suo giocatore più importante.

 

IL MIGLIORE

Alarcón ISCO – Non fa rimpiangere l’assenza di Di María, anzi regala un nuovo modo di attaccare al Real Madrid. L’ex Málaga preferisce le percussioni centrali anziché attaccare a sinistra, ed ha ragione inserendosi quasi sempre incontrastato nell’area avversaria.

IL PEGGIORE

Kevin GROSSKREUTZ – Troppo frettoloso, non aggredisce mai gli spazi e non sfrutta una corsia molto libera visto che spesso e volentieri Carvajal lo si trova nella metà campo avversaria