Sparò ai ladri, morto Ermes Mattielli, colpito da malore dopo la condanna

Ermes Mattielli

Nel pomeriggio odierno è morto nell’ospedale Alto Vicentino Ermes Mattielli, l’ex rigattiere 62enne di Arsiero che dalla sera di lunedì 2 novembre era ricoverato in Cardiologia (unità coronarica), perché colpito da una forma di infarto.

Mattielli si era sentito male nella sua casa di via Scalini, pagando forse lo stress accumulato nell’ultimo mese vissuto in una continua esposizione mediatica (anche con più ospitate su tv nazionali), iniziata con la condanna il 7 ottobre a 5 anni e 4 mesi di carcere e a un risarcimento di 135 mila euro per duplice tentato omicidio nei confronti dei nomadi Blu Helt 36 anni e Cris Caris di 31 che ferì sparandogli contro 14 colpi di pistola (una Tanfoglio 9×21) la notte del 13 giugno 2006 quando li sorprese a rubare nel suo deposito di rottamazione.

Si trovava nel reparto di Rianimazione e non sembrava in pericolo di vita: anche ieri sera gli amici che erano andati per trovarlo aveva ricevuto assicurazioni dai medici. Nelle ultime ore l’aggravarsi fino al decesso, anche per pregressi problemi di vecchia data.

Il Messaggero