Spalletti: ‘Totti storia della Roma. Pallotta dovrebbe starci più vicino’

Roma  Fenerbahce

Momento magico per la Roma, che contro la Fiorentina ha centrato la settima vittoria consecutiva e ora pensa alla difficile trasferta di Champions League contro il Real Madrid. Il tecnico giallorosso Luciano Spalletti ha rilasciato una lunga intervista a Roma TV, soffermandosi in particolare sulla situazione di Francesco Totti e sul presidente James Pallotta.

TOTTI – “E’ la storia della Roma, il calciatore più forte del dopo guerra. Io da lui ho imparato molto, le sue azioni sono state prese come esempio per le giocate da mostrare ai calciatori, io le ho usate con le mie squadre. Ha dato tanto al calcio e a questa società ed è giusto quel che gli viene riconosciuto: spero che possa chiudere la propria carriera nella maniera più corretta che gli dice il suo cuore. Mi mette in difficoltà il mio ruolo, ho assoluto rispetto per l’uomo e la carriera”.

PALLOTTA – “Ha grande entusiasmo, ci tiene tantissimo, vuole vincere e pensa di trasmettere molte cose alla squadra: è un positivo, una bella persona. Bisognerebbe che ci stesse più vicino, sarebbe più facile prendere il suo segnale, è molto più di quello che sembra”.

SABATINI E BALDISSONI – “Amici quotidiani, non li cambierei con nessuno. Sono stati cordiali con me, mi hanno fatto un grande regalo permettendomi di tornare qui: sono in debito con loro e devo ricambiare la loro fiducia”.

CALCIOMERCATO.COM