Roma, troppe richieste per le elezioni: Atac sospende i permessi sindacali

Atac

Sospesi tutti i permessi sindacali dal 3 al 6 giugno. Lo ha deciso il direttore generale di Atac Marco Rettighieri. L’iniziativa, già comunicata alle segreteria territoriali delle organizzazioni sindacali, è stata necessaria perchè, scrive l’azienda, è troppo elevato il numero delle richieste dei dipendenti per la partecipazione alle attività collegate al funzionamento dei seggi da parte del personale operativo: sono 850 le domande arrivate agli uffici.

In realtà solo 20 lavoratori dell’Atac figurerebbero tra i 10.400 scrutatori nominati dal Campidoglio con sorteggio informatico, ma a loro si aggiugnono altri 830 che saranno impegnati durante
le elezioni comunali come rappresentanti di lista o in altri ruoli. La massiccia partecipazione del personale alle operazioni elettorali “è prevedibile possa indurre riduzioni del servizio di superficie e metroferroviario”, si legge in una nota di Atac. L’azienda, per correre ai ripari, ha quindi sospeso la concessione dei permessi sindacali nei giorni delle elezioni. La sospensione sarà ripresa in caso di ballottaggio dal 17 al 20 giugno prossimi.

La Repubblica