Renzi ribadisce: su Regeni vogliamo la verità vera, non di comodo

Matteo Renzi

“Noi crediamo che l’Italia debba alla famiglia Regeni la verità, crediamo sia un dovere raggiungere la verità vera, e crediamo che sia interesse anche del governo egiziano. Abbiamo scelto di far lavorare insieme i magistrati. Siamo impegnati a che sia la verità, non una verità di comodo”. Lo ha detto il premier Matteo Renzi, ospite del forum del Mattino di Napoli. “L’Italia – ha ricordato Renzi – ha messo in campo la Procura della Repubblica di Roma, con il procuratore Capo Giuseppe Pignatone, autorevole, tenace e determinato. Aspettiamo gli incontri tra i magistrati, siamo pronti a seguire il loro lavoro con grandissima determinazione, è del tutto evidente che nessun tentativo di svicolare rispetto alla verità sarà accolto da nessuna parte. Il nostro obiettivo è arrivare ad una parola di sei lettere, semplice e impegnativa, che è verità: lo dobbiamo a Giulio e alla sua famiglia e all’Italia. Alla fine verificheremo se avremo raggiunto l’obiettivo o no”.

ASKANEWS