Regeni: media, banda implicata in omicidio

Giulio-Regeni

IL CAIRO – Una fonte del ministero dell’Interno egiziano ha sostenuto che la banda specializzata in rapine a stranieri al Cairo sgominata oggi “è dietro all’uccisione dell’italiano Giulio Regeni”: lo scrive il sito del quotidiano filogoverativo Al-Ahram precisando che nel covo della banda sono stati trovati “documenti appartenenti a Regeni”. La “fonte della sicurezza” del dicastero viene definita “responsabile” (un’espressione che i media egiziani usano per sottolineare l’autorevolezza). Con riferimento ai componenti della banda, Al-Ahram precisa che i documenti sono stati trovati nel loro appartamento.

“Il passaporto di Giulio Regeni”, assieme ad altri suoi documenti, è stato rinvenuto in un appartamento abitato da familiari di un componente della banda sgominata oggi al Cairo: lo annuncia il ministero dell’Interno egiziano in un comunicato diffuso dall’agenzia ufficiale Mena.

ANSA