Referendum: Renzi, se minoranza non si fida voti NO

Prime_Minister_Renzi

“Io rispetto tutti, ieri ho fatto contronatura anche una proposta di mediazione ulteriore” sull’Italicum. Ma se nella minoranza chiedono l’accordo prima del 4 dicembre e non si fidano “va tutto bene ma se non si fidano fanno bene a votare No. Se hai cambiato idea avrai i tuoi motivi io da segretario faccio di tutto per tenere tutti in squadra. Ma siamo un partito democratico e meno male”. Lo dice il premier Matteo Renzi a Politics.

“La stragrande maggioranza del Partito democratico voterà Sì, alcuni hanno dubbi e lo rispetto. Penso sia contraddittorio aver votato Sì in parlamento e ora dire No ma penso anche che un cittadino a casa sia capace di farsi un’idea della propria testa. Non votano le correnti”. Lo dice il premier Matteo Renzi a Politics.

Pd: Renzi, Bersani via? No, su leadership congresso 2017 – Vuol cacciare Bersani? “Ovviamente no, decideranno gli elettori del Pd a chi dare la guida del partito col congresso. Ma che c’entra il Pd con il referendum sulla Costituzione? Il Pd ha ogni quattro anni un congresso e li facciamo solo noi. Gli altri fanno i contratti privati con sanzione e le cene ad Arcore. Nel 2017, entro l’8 dicembre, ci sarà il nuovo congresso Pd. Chi avrà un voto in più vincerà, chi uno in meno farà opposizione. Ma il referendum non c’entra. Solo voi pensate che riguardi il Pd”. Così Matteo Renzi a Politics.

Renzi, scuse a Marino? Ma di che parliamo? – “Prego? Ma di che parliamo?”. Così il premier e segretario del Pd, Matteo Renzi, durante la trasmissione Politcs ha risposto alla domanda se non dovesse scusarsi dopo l’assoluzione di Ignazio Marino.
“Il sindaco Marino – ha detto Renzi – si è dimesso lui, poi ha cambiato idea e a quel punto i consiglieri del Pd si sono dimessi loro. Non so se questa scelta sia collegata agli scontrini, ma non credo”. “Che Marino sia stato assolto è un bene – ha aggiunto – e anche che siano stati assolti Cota, Errani o Graziano Cioni. Io non sono uno che gode se le persone vengono condannate, perché credo al principio costituzionale della presunzione di innocenza. Su Marino il problema erano gli autobus, le buche e i rifiuti. Spero che Raggi, Appendino o De Magistris vadano bene, perché sono italiano, ma certo a Roma non mi sembra che le cose vadano meglio”.

Renzi, su Pil noi gli unici ad aver fatto previsioni più basse della realtà – “Siamo l’unico governo negli ultimi dieci anni che ha fatto previsioni più basse della realtà: nel 2015 avevamo detto +0,7% del pil ed è stato +0,8%”. Lo dice il premier Matteo Renzi a Politics, parlando delle stime del governo.

Pensioni: Renzi, penalizzazione anticipo sarà 5% anno – La “penalizzazione” per i lavoratori non usuranti che scelgano di andare in pensione “un anno prima sarà del 5% all’anno. In tre anni sono poco meno del 15%”. Lo annuncia Matteo Renzi a Politics parlando della manovra. Per le  pensioni basse, conferma, ci sarà “un aumento” di “meno di 80 euro al mese. Ancora non siamo in grado di quantificarlo. Lo sapremo sabato”.

ANSA