Rai, Renzi: “Ci accusano di epurare, ma non ci invitano a Ballarò”

RAI

“Vado a Virus, perché dicono che noi epuriamo. Sono tre puntate che non ci invitano a Ballarò. Il Pd riesce ad epurare senza essere invitato”. Battute e ironia alla presentazione di Roberto Giachetti, candidato a sindaco di Roma del centrosinistra, fatta da un “conduttore” d’eccezione, il presidente del Consiglio Matteo Renzi, dal palco dell’auditorium della Conciliazione. Azzardando un parallelo tra la coppia Renzi-Giachetti e quella Totti-Spalletti, il candidato del centrosinistra ha risposto così: “Mi pare che un toscano e un romano funzionino…”.

L’attacco di Renzi al M5s/1. “Ci sentiamo dire onestà da gente che governa in 17 comuni su ottomila e ha casini nella metà dei comuni. Dicono onestà, ma iniziassero a fare trasparenza, iniziassero a mettere fuori i bilanci e dire che il simbolo non appartiene al nipote del fondatore”.

L’attacco di Renzi al M5s/2. Renzi: “Io sono credente, ma sono laico e ho fatto la legge sulle unioni civili. Ma questi (i 5Stelle, ndr) sono matti. Mangiano il corpo di grillo… La blasfemia di chi va sul palco a fare certe cose come quelle che abbiamo visto a Torino…”.

La battuta su Salvini/1. Renzi: “Diamo la solidarietà a Giorgia Meloni, perché una che va in campagna elettorale e si trova il sostegno di Salvini che vuole far pagare il raccordo…”.

La battuta su Salvini/2. “Salvini ne ha fatta un’altra – ha detto Giachetti scherzando con Renzi – Ho visto un manifesto della Lega che diceva: ‘Milano Capitale’. Ma fatemi capi’…”. Pronta la replica del segretario dem: “Milano Capitale? Nel caso in cui salti la Capitale si torna a quella di prima (Firenze, ndr). E diglielo a questi padani”.

“Lavorerò con Comune per ripartenza investimenti”. Gli investimenti in Italia sono calati da 40 a 20 miliardi: “hai perso più di un punto di pil così, la crescita te la sei mangiata così. Sarà fondamentale lavorare come governo e Lazio e Comune di Roma perché finalmente si torni ad avere uno sguardo intelligente e innovativo sulle infrastrutture”.

Renzi a Giachetti: “Lo stadio si fa?”. “Lo stadio si fa – risponde Giachetti – nella legalità e nella sicurezza”.

Giachetti: “Spalletti e l’orgoglio”. Giachetti: “Vorrei ridare alla città di Roma una dose di orgoglio pari a un terzo di quella che Spalletti ha dato alla squadra della Roma. Una squadra che sembrava ridotta alla mortificazione… Se arrivava un po’ prima, potevamo arrivare ancora più su”.

Giachetti: “L’idea ’06 zero buche’ alle due di notte”. Giachetti: “L’idea di ’06 zero buche’ è di Filippo Sensi (portavoce di Renzi, ndr). Alle 2 e 30 di notte mi arriva un messaggio di Sensi che dice: “ma zero sei, zero buche?”.

Renzi: “Polemiche olimpiadi incomprensibili”. Renzi: “Anne Hidalgo, il sindaco di Parigi, è molto brava. Ha chiamato Sarkozy e tutti insieme stanno lavorando per le Olimpiadi. Io vorrei fare uno scherzetto ai francesi, ma c’è bisogno dell’aiuto di tutti. La polemica sulle Olimpiadi faccio fatica a capirla”.

Giachetti: “Tutti noi romani dobbiamo cambiare”. “Bisogna liberare l’Atac dai partiti, da tutti i partiti”. “Sono pronto a mettere sotto torchio I dirigenti Atac e Ama, ma se ogni giorno non si raccolgono tonnellate di rifiuti, la colpa è anche di chi parcheggia davanti ai cassonetti o di chi lascia un frigorifero in strada. Comincia un’era in cui si cambia e si cambia tutti. Serve una vera svolta nella pulizia della città”.

Ospite da Porro. “Dicono che io voglia epurarla. La conosco da quando facevo il presidente della provincia. Ho sempre apprezzato il suo lavoro. Mai mi permetterei di intervenire”. Esordisce così Renzi ospite a Virus – dopo la serata trascorsa all’Auditorium per la conclusione della campagna elettorale di Giachetti alle comunali – rivolgendosi al conduttore, Nicola Porro.

Referendum costituzionale. “Spero si voti il prossimo 2 ottobre”.

“Bonus 80 euro a 200mila in più”. “Abbiamo abbassato le tasse più degli altri anche perchè non era difficile superare i miei predecessori. La storia che abbiamo chiesto indietro 80 euro è falsa: 1,4 mln hanno guadagnato oltre le soglie e quindi devono restituirli, ma 1,6 mln hanno preso meno della soglia e avranno gli 80 euro, quindi 200mila in più hanno preso gli 80 euro”. Sempre ospite di Virus, Renzi nega che il governo abbia ritirato il bonus degli 80 euro.

“PA, via i furbetti”. “La settimana prossima diamo due bordate sulla pubblica amministrazione: una è
sulla Scia, diventa legge un provvedimento che semplifica in modo incredibile l’azione delle imprese e c’è anche il licenziamento immediato per i furbetti del cartellino”. Il premier annuncia così il prossimo decreto attuativo della riforma della pubblica amministrazione.

La Repubblica