Rafa scuote il Napoli

Benitez

Più che sulla partita a Udine contro la formazione di Guidolin di oggi (ore 15), l’attenzione dell’ambiente del Napoli è tutto puntato sui movimenti di mercato. Assenti Higuain (contusione) e Mertens (squalifica) la formazione che sfiderà i bianconeri è fatta per nove undicesimi. Resta in ballo il sostituto del Pipita – in lizza Callejon, Zapata e Pandev – e il proprietario della fascia destra tra Reveillere e Mesto, con Zuniga che torna in panchina dopo la lunga assenza: «Zuniga è convocato e disponibile – ha spiegato Rafa – mentre Zapata sta bene, ha lavorato duro e ha una grande voglia di dimostrare il suo valore, è chiaro che noi ci aspettiamo di più di quello che abbiamo visto fino ad ora».

Le ultime battute di arresto in campionato hanno però svuotato di significato la trasferta in Friuli. Piuttosto, ad agitare il Napoli arrivano le dichiarazioni rilasciate dal presidente del Lione Aulas al quotidiano «Le Progres» sulla sorte del centrocampista Gonalons, da tempo nel mirino di De Laurentiis. Il patron dell’Olympique ha annunciato che il capitano a fine stagione lascerà il club rossoblu e il Napoli è in prima fila. In conferenza stampa, però, Rafa Benitez ha soprattutto difeso Hamsik: «È fondamentale per me come per la società. Oggi non è sul mercato e non vogliamo venderlo perché siamo contentissimi di lui – ha affermato categorico Benitez – » presto per parlare di mercato, ma cercheremo gente di qualità per avere maggiore competitività in organico affinché i titolari non abbassino mai la guardia e affrontino ogni partita con la stessa intensità. La rosa più forte fa crescere la mentalità del gruppo e la competizione interna è la chiave di questa crescita». Ma tutte queste distrazioni rischiano di esporre il Napoli a ulteriori rovesci in campionato e di compromettere anche l’ultimo obiettivo stagionale a disposizione: «Il rischio é pensare che la finale di coppa Italia sia l’unica cosa che conta. Chi non darà il massimo in queste due partite che mancano prima di Roma, difficilmente giocherà la finale di coppa Italia. Udine é un campo difficile».

IL TEMPO