Premier, Stoke City-Tottenham 0-4: gol di Kane e Alli, Ranieri è “solo” a +5

claudio-ranieri-leicester-city

Il Tottenham ci crede ancora. Al termine di una prestazione senza sbavature i londinesi travolgono in trasferta lo Stoke City per 4-0 e si riportano a -5 dal Leicester capolista, quando al termine del campionato mancano quattro giornate. Pochettino aveva detto prima della partita che, se i suoi riusciranno a superare gli uomini di Ranieri in questa entusiasmante volata, meriteranno una statua. Qualora gli Spurs continuassero di questo passo, è bene che gli scultori della capitale inglese stiano all’erta. Kane e Alli siglano una doppietta a testa, ma sono l’effervescenza e il brio dell’intera formazione a convincere.
super KANE — Il Tottenham gioca che è un piacere e quando a Harry Kane si lascia il minimo spiraglio difficilmente perdona. L’attaccante della nazionale inglese costringe Given alla deviazione con una gamba al 6’, ma castiga lo Stoke tre minuti più tardi. Dembelé lo pesca sul vertice sinistro dell’area, lui entra nei sedici metri e disegna una traiettoria a giro che s’infila nell’angolo lontano. “Harry Kane, segna quando vuole”, cantano i tifosi degli Spurs. I Potters non ci stanno e Arnautovic impensierisce con una conclusione da fuori Lloris al 27’, ma sono gli Spurs ad andare a due dita dal raddoppio. Al 42’ una magia di Alli smarca Eriksen, tuttavia il danese, solo davanti a Given, trova soltanto la traversa.
TRAVOLGENTI SPURS — A inizio ripresa gli Spurs vogliono chiuderla, ma Rose scivola sul più bello, quando davanti a lui c’è solo Given: Alli spara alto da buona posizione e Lamela trova i guantoni del portiere irlandese. Al 68’, però, gli uomini della capitale mettono a segno la rete della sicurezza. Dele Alli non era ancora nato quando, ventun anni fa, Given esordiva nel calcio professionistico, ma il promettente centrocampista non mostra alcuna riverenza e, egregiamente servito da Eriksen, lo batte con freddezza. Il Tottenham è un fiume in piena, lo Stoke vacilla. Alli si mangia una rete già fatta colpendo il palo a porta vuota; meglio di lui fa invece Kane che sfrutta l’assist di Lamela e infila la rete del tris (71’), la sua 24esima in Premier, due più di Vardy. Alli non vuole essere da meno del suo compagno e, a otto minuti dal termine, la sua volée di destro dà al punteggio uno scarto ancora più consistente. Pochettino si gode la sua prima vittoria contro lo Stoke, il Leicester è avvertito: sa che di fronte a tale avversario non potrà perdere colpi.

La Gazzetta dello Sport