«Pensiamo solo a noi»

ALLEGRI_JUVE_ALL

TORINO La Juventus vuole guardare avanti e basta. Niente più pensieri sulle polemiche legate al match contro la Roma. Né tanto meno risposte a De Sanctis o Garcia: testa al Sassuolo da affrontare stasera, poi alle successive sei partite tra campionato e Champions da disputarsi entro l’8 novembre. «Badiamo a noi stessi, sapendo che la Roma difficilmente perderà punti per strada – ha avvertito ieri Allegri – non battere il Sassuolo significherebbe buttare a mare la vittoria contro i giallorossi. Dobbiamo subito riprendere il nostro cammino contro una squadra che non sta passando ottimo momento, ma che in attacco dispone di ottime qualità. Non sarà assolutamente semplice».

Frasi più o meno buone per ogni avversario, ma è ovvio che una base di verità c’è anche per quel che riguarda le qualità dei neroverdi, tra cui spiccano Berardi e Zaza ovvero due che alla Juve prima o poi arriveranno davvero. A Reggio Emilia comunque quasi tutti tiferanno Juve e un altro mezzo trabocchetto sarà così disinnescato: da quelle parti Allegri ha peraltro vissuto momenti felici (promozione dalla C alla B, guidando nel 2008 proprio il Sassuolo) e anche tristi (l’esonero da parte del Milan arrivò dopo l’incredibile ko dello scorso inverno), sicché c’è magari da aspettarsi una serata a tinte forti. «Dobbiamo essere consapevoli che sta arrivando un mese difficile e fondamentale. Forse non sarà decisivo, ma comunque molto importante per il campionato e determinante per il passaggio del turno in Champions».

Ecco, la Champions: mercoledì ad Atene, contro l’Olympiakos, non si potrà sbagliare e per questo Vidal è rimasto a Torino. «Ha giocato due partite intere con il Cile e sta bene, ma adesso ha bisogno di lavorare». Nessuna punizione per eccessi, ma la necessità di mettere benzina nel motore. In panchina andrà probabilmente anche Marchisio, con il risultato che in mezzo al campo ci saranno Pereyra, Pirlo e Pogba.

In attacco, squalificato Morata, toccherà ancora a Tevez e Llorente sperando che il navarro (a secco dall’ultima giornata dello scorso campionato) si svegli.

IL TEMPO