Pedonalizzazione d’estate ai Fori, si parte oggi

Via dei Fori Imperiali

L’ora X scatta questa mattina quando parte la fase due della pedonalizzazione di via dei Fori Imperiali. Una rivoluzione in via sperimentale che si concluderà il 31 agosto ma che se avrà successo potrà essere prorogata anche nei mesi autunnali. In pratica il transito nel tratto compreso tra largo Corrado Ricci e piazza del Colosseo sarà consentito solo a bici e autobus Atac che dovranno rispettare il limite di velocità di 30km orari. Mentre il primo tratto da piazza Venezia e largo Corrado Ricci sarà interdetto h24 al traffico dei mezzi privati. Ma le novità non finiscono qui. Perché da oggi scatta anche la pedonalizzazione integrale (dalle 9 alle 19) dei Fori di sabato (oltre che la domenica e i festivi). Nello stesso periodo l’orario della Ztl nel centro storico si allungherà di un’ora e quindi i varchi saranno attivi fino alle 19.

Il progetto del Campidoglio ancora prima di partire ha creato un vespaio di polemiche. Si temono intasamenti di macchine nelle strade segnalate come percorsi alternativi (nella cartina sono quelle colorate in rosso), ulteriore caos sulle strade già interessate dalle «novità» della prima pedonalizzazione. Allarmati residenti e commercianti che temono contraccolpi sugli affari. Infuriati anche i tassisti che non potranno più passare nel tratto tra Largo Corrado Ricci e Colosseo a meno che non trasportino clienti disabili che vogliono visitare l’Anfiteatro Flavio.

Comunque appare ovvio a tutti che la «guerra» del Campidoglio è rivolta agli automobilisti. Si vuole scoraggiare l’uso del mezzo privato e incentivare quello pubblico. Anche per rendere più «vivibile» e qualitativamente migliore la fruizione dell’area archeologica alle migliaia di turisti che affollano l’area dei Fori e il Colosseo. Il progetto finale è ambizioso. «Abbiamo lanciato un nuovo step verso la pedonalizzazione totale dei Fori Imperiali e dell’area archeologica centrale – ha detto il sindaco Ignazio Marino, presentando la novità insieme agli assessori alla Mobilità e al Commercio, Guido Improta e Marta Leonori- Questo è un nuovo tassello della città che vogliamo, dove il Centro storico sia protetto dal grande numero di veicoli a motore e dall’eccessiva concentrazione delle polveri sottili. È un problema ambientale e sanitario ma anche di tutela del nostro patrimonio archeologico». Marino ha un sogno: la pedonalizzazione integrale dei Fori prima della fine della consiliatura e cioè entro 4 anni. «Ma il progetto deve essere assonante con tutto ciò che stiamo cercando di fare con i trasporti pubblici. Per questo motivo serve un finanziamento adeguato per il nostro tpl». Perché senza potenziamento dei mezzi pubblici la pedonalizzazione è impensabile. Come se non bastasse oggi pomeriggio, dalle 14 alle 20, tornano a protestare i movimenti degli antagonisti contro il semestre europeo. Un corteo sfilerà da piazza della Repubblica a piazza Santi Apostoli attraversando via Terme di Diocleziano, via Amendola, via Cavour, largo Corrado Ricci, via dei Fori Imperiali e piazza Venezia. Le deviazioni o le limitazioni per le linee di bus saranno attuate nel corso della manifestazione. Per forza di cose, dunque, via dei Fori sarà pedonalizzata. Ma non ci sarà aria di festa nè tantomeno alcuna rilassata atmosfera paesana.

IL TEMPO