Papa: il male non avra’ l’ultima parola

PAPA

“Il male non avra’ l’ultima parola, ma l’amore la misericordia e il perdono”. Con queste parole Papa Francesco si e’ rivolto ai quasi 20 mila fedeli presenti alla Via Crucis del Colosseo. Un intervento inatteso, perche’ era previsto che il Pontefice non parlasse.
  Francesco invece non ha voluto invece rinunciare ad esortare i fedeli alla solidarieta’: “Tutti insieme – ha detto – ricordiamo i malati, le persone abbandonate sotto il peso della Croce, preghiamo affiche’ trovino sotto il peso della Croce la speranza e la prova dell’amore di Dio”. Il Papa ha sottolineato che si tratta del “peso dei nostri peccati, delle ingiustizie, dell’amarezza del tradimento di Giuda e di Pietro”. E ha citato anche “tutta l’arroganza dei falsi amici”. “Quella di Gesu’ – ha osservato – era una Croce pesante come la notte degli abbandonati e la morte delle persone care”. E ha evocato “la mostruosita’ dell’uomo. che si lascia guidare dal male ma anche l’immensita’ dell’amore di Dio che non ci priva della sua Misericordia” e, ha concluso, ci fa sentire “figli e non cose, oggetti”.

AGI