Roma, parla Pallotta: «Derby da sogno. I tifosi ci mancano»

PALLOTTA DEROSSI TOTTI Nuovo StadioRoma

Il numero uno del club giallorosso: «Contro la Lazio abbiamo fatto la miglior gara della stagione. Avete visto che esultanza De Rossi? Contro l’Inter abbiamo dominato, risultato ingiusto. Verrò in Italia a metà dicembre».

ROMA – «Direi che i tifosi della Roma hanno passato proprio un bel weekend». Così il presidente della Roma James Pallotta ha parlato a Roma Radio del successo nel derby contro la Lazio. «La squadra è stata fenomenale e io ho vissuto la partita in maniera tranquilla, non come al solito. Tutto sta andando per il meglio. La squadra gioca bene, adesso Salah starà fuori per un po’ ma la sosta ci farà bene per recuperare qualche giocatore», ha proseguito il numero uno del club giallorosso. «Garcia sta facendo un grande lavoro insieme al suo staff. Il ko con l’Inter? A San Siro abbiamo dominato e solo un grande Handanovic ci ha negato la vittoria. Castan? Sta recuperando, non vedo l’ora di ritrovarlo in campo».

«CURVE VUOTE? STIAMO RISOLVENDO» – Pallotta parla poi della mancanza dei tifosi nelle curve durante il derby: «Ho trovato bellissimo che i tifosi avessero avuto la voglia di sostenere la squadra davanti l’hotel nonostante la protesta. Stavo guardando la partita e assolutamente non posso essere contro i tifosi, stiamo lavorando per trovare una soluzione. La prossima settimana incontreremo il prefetto. I nostri tifosi ci mancano. Mi schiero contro quelle persone che vanno contro la squadra, che chiamano i giocatori sotto la curva per insultarli. Il 99.9% dei tifosi sono fantastici».

«IN ITALIA A META’ DICEMBRE» – Il presidente ha poi commentato l’esultanza in tribuna di De Rossi dopo i gol di Dzeko e Gervinho: «Ho visto Daniele come ha esultato e come partecipava alla partita. Io ero a Miami ma non sono andato in un Roma Club perché ero troppo nervoso. Anche allo stadio non sto fermo, mi avete visto. Ho visto la reazione di Daniele, anche quella di Florenzi in panchina col cappuccio, da applausi. Quando verrò in Italia? Purtroppo sono bloccato a Boston, avevo previsto un viaggio in Italia ma il processo per lo stadio è complicato e ho trovato più agevole restare negli Usa. Probabilmente verrò la seconda settimana di dicembre, più a lungo in primavera», ha concluso il numero uno del club giallorosso».

CORRIEREDELLOSPORT.IT