Onazi, c’è l’accordo fino al 2018

ONAZI

Onazi e la Lazio ancora insieme, nero su bianco ed ecco il rinnovo. Il centrocampista nigeriano e la società biancoceleste hanno trovato finalmente l’accordo per il prolungamento del contratto – in scadenza nel 2016 – sino al 2018. Dopo le fumate grigie nei precendenti incontri tra club ed entourage, è arrivata l’intesa anche sull’ingaggio, che arriverà attorno ai 700 mila euro o poco meno: fino ad oggi era il giocatore meno pagato di tutta la rosa. La clausola rescissoria di 10 milioni – di cui si era parlato nelle prime battute della trattativa per il rinnovo – non dovrebbe essere stata inclusa nell’accordo. Annunciato proprio dallo stesso Onazi, tramite il suo profilo di Twitter: «Ringrazio Dio, la mia famiglia, la mia squadra e i miei tifosi. Ho appena rinnovato il mio contratto. Forza Lazio!». Ora il momento di riprendersi pure una maglia da titolare, il suo esordio stagionale è stato finora rimandato anche per i postumi dell’infortunio rimediato al Mondiale. Adesso però Pioli dovrà fare i conti con l’emergenza infermeria, chissà che non decida di rivedere i suoi piani tattici. Perchè la debacle col Genoa ha portato con sé un bollettino di guerra. Fortemente compromessa, purtroppo, la stagione di Gentiletti. Gli accertamenti strumentali d’urgenza, effettuati ieri sera alla clinica Paideia, hanno confermato tutti i timori: lesione completa del crociato anteriore del ginocchio sinistro. Santiago verrà operato già nella giornata di mercoledì, avrà bisogno di sei mesi per recuperare del tutto. Meno gravi gli infortuni di Biglia e Basta. Il centrocampista argentino ha riportato un trauma contusivo al piede destro, con infrazione del metatarso. Resterà fuori per circa 30 giorni, Ledesma si prepara a riprendersi la cabina di regia. Il terzino serbo invece potrebbe anche scendere in campo con l’Udinese, se fosse necessario; Kucka ha passeggiato sulla sua mano destra, gli ha causato una distrazione del metacarpo, per fortuna sono state escluse lesioni ossee. Effettuerà ulteriori controlli clinici, non dovrà portare il gesso e già questa è una buona notizia. Giovedì all’Olimpico sarà vera emergenza difensiva per Pioli: out Radu (lesione al gemello del polpaccio, ci proverà per Palermo), Basta, Gentiletti e De Vrij per l’espulsione rimediata al Marassi. Quasi costretta la coppia di centrali formata da Cana e Novaretti, con Konko sull’out destro e ancora Braafheid su quello opposto. Klose scalpita, è rimasto in panchina col Genoa per i tre cambi forzati, con i friulani vuole tornare dal primo minuto.

IL TEMPO