Montella tra coppa e sogno Champions E in estate tre colpi

AC Siena v ACF Fiorentina - Serie A

Nell’ora di sconforto (tanto dopo giovedì notte) o di vittoria (bene ha fatto la Fiorentina fin qui ed è concreta la possibilità di sollevare a breve un trofeo) dentro l’inno viola c’è la sintesi degli ultimi eventi.

Prossimi obiettivi Dalla delusione il gruppo può uscire guardando agli imminenti traguardi: concludere la gara del tardo pomeriggio con una vittoria vorrebbe dire restare aggrappati al sogno terzo posto; consolidare il quarto con la possibilità di ripresentarsi tra un anno in Europa League sarebbe comunque un’ammirevole conferma. Sconfitta con livore all’andata (un netto rigore su Cuadrado fu valutato come simulazione dell’esterno, già ammonito dunque espulso) questa sarà la seconda ma non ultima sfida dell’anno. Il tre maggio rinvincita delle rivincite sul neutro dell’Olimpico, sede «finale» della coppa Italia. Ad alzare il possibile primo trofeo dei dodici anni di gestione Della Valle tutti tengono moltissimo.

Il mercato E la delusione della notte europea mica ha rallentato l’intensa programmazione futura. Semmai ha mostrato quali limiti provare a sfondare: l’estate si farà calda con l’acquisto di due difensori (di cui uno di livello europeo, esperto e affermato) e di un centrocampista tuttofare. Se per Borja Valero e Gonzalo Rodriguez i rinnovo sono solo da annunciare in giro, la novità è che la Fiorentina proverà a tenersi ancora un anno anche Pizarro, a scadenza immediata (giugno 2014). Meno frenetica sarà l’azione per convincere Ambrosini (altro a fine contratto), mentre Bakic sarà mandato a giocare. Con il riscatto di Ilicic e il recupero dell’intero parco attaccanti (Rossi, Gomez e Rebic: quest’anno tutti k.o.) la Fiorentina 2014/2015 potrà poi schierarsi con il 4-3-1-2 che Montella ha già iniziato a predisporre. Molto ruoterà intorno a Cuadrado: mettersi d’accordo con l’Udinese e poi ascoltare eventuali offerte milionarie dall’estero non è un progetto lontano dalla realtà. I soldi di un eventuale vendita sarebbero subito reinvestiti nei settori individuati.

Progetti società Tutto questo lo farà ancora il tandem del mercato viola, il contratto in scadenza del d.s. Pradé verrà infatti prolungato (l’accordo verbale con i Della Valle già c’è). Cognigni, presidente operativo, seguirà la progettazione del nuovo stadio di proprietà, in area Firenze Nord, «modello Allianz Arena». «Stiamo già lavorando, se verrà realizzato non sarà un semplice impianto sportivo ma prevederà molti servizi per Firenze». Linea recentemente dettata da Diego Della Valle, a cui seguirà disegno e inizio dell’iter amministrativo.

LA GAZZETTA DELLO SPORT