Milan-Carpi 0-0: fischi per la prima di Brocchi a San Siro

BROCCHI

MILANO – Delude il Milan di Brocchi, che vive la sua prima notte a San Siro da allenatore. Non va oltre lo 0-0, in un match bloccato che si ravviva soltanto nel finale. I rossoneri devono ringraziare lo splendido intervento di Donnarumma, che salva su Crimi. Positivo l’ingresso in campo di José Mauri, c’è anche l’esordio in A di Locatelli. Castori sorride perché guadagna un ottimo punto in chiave salvezza, portandosi a +2 sul Frosinone.

POCO MILAN, FISCHI A SAN SIRO – La grande novità della serata è la titolarità diBoateng per la prima volta dal ritorno in rossonero. L’ultima volta nel match contro la Roma, nel maggio del 2013. È proprio Kevin Prince, in versione trequartista, a regalare il primo brivido: l’improvvisa conclusione dalla distanza diventa però preda di Belec. Anche Bacca prova a rompere gli equilibri del posticipo e lo fa al 14’, quando lascia partire il destro che termina sopra la traversa emiliana. Uno dei più positivi, in casa rossonera, è Abate che tenta a più riprese di mettere interessanti palloni all’interno dell’area di rigore, ben spazzati dalla difesa di Castori.

Davvero poche le emozioni nel corso della prima frazione. Da segnalare, poco prima del fischio di Guida, il colpo di testa di Alex che va vicino al vantaggio sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Balotelli. Proprio SuperMario, qualche minuto più tardi, riceve il giallo (era diffidato) perché – in scivolata – colpisce Belec anziché la sfera, che KP72 aveva messo in mezzo. Il pubblico di San Siro non gradisce la prestazione dei giocatori, che lasciano il campo accompagnati dai fischi.

MIRACOLO DONNARUMMA – Il Carpi suona la carica e si fa vivo con Crimi all’inizio della ripresa, il sinistro è potente e non preciso. Balotelli fallisce una clamorosa occasione al minuto numero 53: spazza il pallone da ottima posizione nel tentativo di arpionarlo, allontanandolo dalla porta avversaria. Brocchi toglie Boateng – prova impalpabile – e inserisce José Mauri, che dieci minuti più tardi si vede annullare l’1-0 per posizione irregolare.

Altra bocciatura tra i rossoneri, è quella di Bacca che lascia – contrariato – il campo a Menez, raggiugendo direttamente la via degli spogliatoi. In precedenza gli emiliani si erano resi pericolosi con Lasagna, bravo Donnarumma nella circostanza. L’ex centrocampista del Parma è uno dei più positivi, se non il più positivo dell’intera serata rossonera. È l’unico a portare qualche brivido agli avversari. Discutibile episodio nel finale di gara quando il pallone di Poli è intercettato, in scivolata, da Suagher: per il direttore di gara non è calcio di rigore. Il Milan sfiora l’1-0 che gli avrebbe donato i tre punti all’88’ con il colpo di testa di Antonelli: sulla ribattuta di Belec arriva Alex che calcia addosso al portiere. Ma il centrale brasiliano era in posizione di fuorigioco. Stessa cosa fa il Carpi, stavolta è il miracolo diDonnarumma a fermare il sinistro di Crimi.

CORRIEREDELLOSPORT.IT