Milan. Balotelli, rotta sulla Premier: il Liverpool si fa avanti

BALOTELLI_ITA_ING
La conferma è arrivata intorno alle 9.30. Attraverso MilanChannel l’annuncio: “E’ in corso una trattativa con il Liverpool per la cessione a titolo definitivo di Mario Balotelli”. Il club rossonero dunque accelera: rotta verso la Premier per SuperMario.
LE PRETENDENTI — Mario Balotelli torna sulla graticola. E stavolta gli spifferi inglesi non vanno sottovalutati. Gli indizi portano al Liverpool (si parla di un prestito), ma non vanno mai trascurate le attenzioni di Chelsea e Arsenal, nonostante dagli interessati non arrivino apprezzabili conferme. Ma è il gioco delle parti in questo convulso fine agosto.
IL VIAGGIO — Il segnale più eloquente è che ieri Mino Raiola, l’agente di SuperMario, è volato a Londra. È certo che nella capitale inglese il manager italo-olandese sta trattando il trasferimento di Manolas all’Arsenal, ma il suo blitz è servito per riprendere i contatti avviati nei mesi scorsi per uno dei suoi assistiti più importanti. Non c’è ancora una proposta concreta, ma la missione evidentemente sta portando dei risultati che meritano il vaglio della società rossonera.
IL MILAN — Non a caso lo stesso Adriano Galliani ha subito messo le mani avanti con una sibillina dichiarazione all’Ansa: “Al momento non è pervenuta dal Liverpool nessuna offerta per Balotelli, quindi non c’è nessuna trattativa. Poi, il mercato finisce il 1° settembre, vedremo”. Da tempo il manager rossonero usa toni ambigui sull’argomento, il fatto che ripeta il refrain nella fase decisiva del mercato vuol dire che in via Aldo Rossi il problema se lo stanno ponendo. E in maniera sostanziale.
IN ATTESA — La realtà è che il club milanista sin dall’inizio dell’estate ha messo nel conto la partenza del centravanti della Nazionale, ma a patto che la sua vendita porti una trentina di milioni di euro. E su queste basi nessuno sinora si è fatto avanti. Né tantomeno si può pensare che in via Aldo Rossi valutino l’idea di una svendita. O addirittura di un prestito. Ma potrebbe prospettarsi una via di mezzo che permetta di far tornare i conti.

LA GAZZETTA DELLO SPORT