M5s, Raggi: “Dimissioni indagati? Valutare, c’è rischio di strapotere della magistratura”

virginia-raggi-candidata-sindaco

“Un sindaco si deve dimettere se raggiunto da un avviso di garanzia? Dipende. Leggiamo prima il contenuto dell’avviso di garanzia, capiamo qual è il fatto contestato e poi si valuta. Del resto, mi sembra che sia doveroso capire bene quali siano le circostanze prima di poter dire qualcosa. Altrimenti si avrebbe una sorta di strapotere della magistratura“. Così il candidato sindaco di Roma per il M5s, Virginia Raggi, risponde a una domanda di Matteo Moretti, conduttore de “Le strade di Roma” (Radio Città Futura), a proposito dell’opportunità di dimissioni di un sindaco raggiunto da un avviso di garanzia. Raggi fa riferimento esplicito al sindaco pentastellato di Livorno, Filippo Nogarin: “Lui per primo ha portato gli atti in Procura per denunciare una situazione di mal governo rispetto a un’azienda di rifiuti, situazione che peraltro perdurava da una decina d’anni. E abbiamo visto che un partito è riuscito ad accumulare oltre 42 milioni di euro di debito. Quindi, in questo caso, non vogliamo fare due pesi e due misure, ma essere accorti“

Il Fatto Quotidiano