L’opinione di Antonello Angelini

Antonello Angelini

Questa volta voglio iniziare con dei complimenti, non delle critiche. A chi? A Tosel , alla giustizia sportiva (se non cambieranno decisione) e all’ arbitro di Cagliari –Roma. Partiamo dall’ arbitro: ha commesso due gravi sviste nella partita, non aver assegnato un rigore al Cagliari e non aver espulso Destro per un pugno/manata che non è riuscito a vedere.  Ha avuto  però gli attributi di tenere fermo il punto  sulla questione Destro con due mail. E non ha ceduto alla pressione massmediatica di SKY, intimorita dalle minacce di disdetta abbonamenti dei tifosi giallorossi, e alle baggianate di Caressa che ha fatto un monologo pro-Roma e Destro indegno del ruolo che ricopre, dei quotidiani romanisti e filo-giallorossi e di tutte le decine di radio e media locali che a Roma fanno sentire la loro voce, oltre che dei vari tifosi giallorossi mascherati da giornalisti super partes al Corsera , Repubblica, Messaggero o in tutte le altre testate. Baldissoni , contrariamente al suo solito (e me ne dispiaccio perchè non è da lui) ha gettato benzina  sul fuoco della polemica , presto imitato da Garcia : “siamo soli contro tutti”. Una barzelletta. Soli? Con 300 giornalisti al seguito e politici che fanno interrogazioni parlamentari al primo rigore non dato contro la Juventus? Con i vertici delle istituzioni sportive che certo non vedono male una Roma grande? Torniamo a Caressa e a chi sostiene l sua tesi. Caressa , dice che l’ arbitro ha giudicato l’ azione, quindi avrebbe visto la manata e la avrebbe giudicata non degna di cartellino nè giallo e nè rosso? Allora vuol dire che l’ arbitro è un venduto. E poiché per me non lo è invece non ha visto la manata. Quindi non ha visto una azione o parte di essa. Caressa sta dando del bugiardo all’ arbitro?. Caressa però ci dovrebbe spiegare perchè non fece alcun monologo  l’anno scorso per  caso analogo dove un giocatore della Fiorentina fu squalificato per 4 giornate per aver commesso un gesto violento ai danni di un romanista non visto dall’ arbitro nella stessa azione di un fallo visto dal giudice di gara? Questo si chiama doppiopesismo e tifo. Altro che giornalismo. Il bello è che Caressa inizia il suo monologo dicendo :” per una volta togliamoci le magliette della Roma , dell’ Inter o della Juve. Ah beh , meno male che ci dovevamo togliere le magliette…….