Lo sfogo di Vidal in una lettera sul web: “Su di me molte informazioni sbagliate e malintenzionate”

vidal_juve_chelsea

Anche quando non gioca, Arturo Vidal resta al centro della scena. Anzi, soprattutto se non gioca e decide di parlare nel cuore della notte via Twitter. Il centrocampista cileno non commenta il pareggio della sua Juve a Reggio Emilia contro il Sassuolo e non fa i complimenti a Pogba per il bellissimo gol, ma da Torino – dove Massimiliano Allegri l’ha lasciato per riposare e lavorare in vista della sfida di Champions ad Atene – decide di tornare su tutto quello che è successo nelle ultime settimane. “Per chiarire alcune cose…” è la lettera-sfogo in italiano e spagnolo che spedisce via Internet e che farà discutere.

“Viste le ‘informazioni’, uscite nei mass media negli ultimi giorni, mi piacerebbe chiarire alcune cose. Il mio rapporto con tutti alla Juve è molto buono – scrive Arturo Vidal ben dopo la mezzanotte di sabato sera -: i miei compagni, lo staff tecnico e la società hanno fiducia in me e io in loro. La società non mi ha mai multato: le informazioni su questo argomento sono sbagliate e in tanti casi malintenzionate”. Il cileno, dunque, nega dopo oltre due settimane di esser stato punito dalla Juve per la notte brava prima di Juve-Roma con tanto di rissa in strada. Fatti mai smentiti dalla società bianconera, però, con tanto di dichiarazione di Marotta al “Processo del lunedì” su RaiSport: “100mila euro di multa? Sono anche pochi. Lui è il classico giocatore sudamericano: sono un po’ così, vivono a modo proprio. Noi dobbiamo tenerlo a bada e controllarlo”.

Ci sono poi i pensieri di Vidal sulla sua condizione fisica. “Il mio ginocchio sta molto bene – commenta sui social network -, con il lavoro tornerò nella miglior forma per recuperare dall’operazione e non avendo potuto fare la preparazione estiva come i miei compagni. Sono impegnato al 100% con la Juve e con la mia nazionale e spero di vincere titoli con entrambi in questa stagione. Spero con queste parole di aver fatto informato tutti. Sicuramente i malintenzionati continueranno a dare informazioni sbagliate, ma io non posso fare niente per evitare tutto ciò”.

E dire che nel prepartita di Sassuolo-Juve, la società bianconera aveva voluto far calare le attenzioni nei confronti di Vidal. “Su di lui si parla troppo – si era sfogato Beppe Marotta per giustificare l’assenza del cileno -: il ginocchio non ha alcun problema, è a posto. Lui è un guerriero, ma è alle prese con un ritorno dalla Nazionale e va gestito al meglio. Siamo contenti di averlo in squadra e in rosa e siamo soprattutto ottimisti su quanto potrà dare alla Juve”. Solo dopo è arrivato il messaggio di Vidal, che rimescola le carte. Forse ancora più del gol di Simone Zaza che frena la corsa dei bianconeri in campionato, ma ora c’è la Champions da preparare con il ritorno di Vidal in campo.

La Stampa