La Lazio punta su Balotelli

BALOTELLI_ITA_ING

Non si tratta più di una semplice suggestione, è diventata all’improvviso una pista concreta, la Lazio fa sul serio per Balotelli. Contatti avviati e prima missione in Inghilterra giovedì mattina per il diesse Tare, l’operazione con il Liverpool è appena scattata: «SuperMario» sogna di rientrare in Italia per non uscire definitivamente dal grande giro. Il procuratore Mino Raiola lo ha proposto a Lotito in tutte le salse, ha parlato anche con Chievo Verona, Bologna e Sassuolo, proverà in qualsiasi modo a rilanciare l’ex Manchester City.

La Lazio è in contatto con i Reds, l’affare è ancora in salita, la proposta iniziale non ha convinto il presidente Werner: prestito gratuito con diritto di riscatto al termine della stagione e stipendio di 6 milioni pagato quasi interamente dal Liverpool, serviranno altri colloqui per mandare in porto la trattativa. Non sarà facile, la società però ha deciso in extremis di regalare un colpo importante alla piazza, Balotelli diventerebbe l’alternativa principale di Ciro Immobile.

Inzaghi non si fida al 100% di Djordjevic, ha chiesto rinforzi, uno tra Balotelli e Cerci dovrebbe sbarcare nella Capitale per rinfoltire la colonia italiana e rispettare il regolamento stabilito dalla Figc. Attenzione dunque anche a Cacciatore del Chievo, la dirigenza lo segue come vice Basta, può muoversi tranquillamente sia a destra che a sinistra e accetterebbe la Lazio di corsa. C’è sempre bisogno però del vice Candreva, il marocchino (con passaporto belga) Dirar è salito in pole position, il Monaco potrebbe lasciarlo partire dopo il preliminare Champions. Classe 1986, Lotito e Tare proveranno a chiudere per 5 milioni di euro; piace anche Grosicki del Rennes, 28enne esterno polacco.

Ma intanto sarà fondamentale battere l’Atalanta a Bergamo e iniziare il campionato nel miglior modo possibile, Simone Inzaghi dovrà fare a meno di Lulic e Radu, ieri in allenamento si è fermato anche Keita. Uno stop con tanto di accertamenti in Paideia, controlli che hanno il sapore di un «mal di pancia» annunciato, il giovane senegalese alla fine partirà titolare. Dal mercato non sono arrivate offerte concrete, la volontà resta quella di andare via, ma Lotito continua a chiedere 30 milioni di euro e non fa sconti a nessuno.

In porta ci sarà Marchetti, in difesa spazio a Basta, De Vrij, Hoedt e Lukaku. A centrocampo giocheranno Milinkovic Savic, Biglia e Parolo. Davanti agirà il tridente Keita, Immobile e Kishna (Felipe Anderson rientrerà dalle Olimpiadi soltanto verso la fine del mese). Panchina per Wallace, Leitner, Cataldi e Djordjevic, mentre Bastos sarà disponibile per la seconda di campionato contro la Juventus. Oggi rifinitura e prima conferenza stampa della stagione di Simone Inzaghi a Formello.

IL TEMPO