Juventus, Allegri: «Dybala fuori? È stata una mia scelta»

ALLEGRI_CONFERENZA

MONACO DI BAVIERA – Ha le idee chiare, Massimiliano Allegri. «L’ho detto ai ragazzi, non bisogna pensare ma fare. Serve una grande prestazione, sapendo di avere di fronte una squadra che nel 60-70% dei casi gestisce le partite, ma che ha dei punti deboli e noi proveremo a sfruttarli. Bisognerà fare una gara di qualità sotto il piano tecnico, e difensivo. Credo che anche domani non finirà 0-0, per il loro modo di giocare e per il nostro. Dovremo stare in gioco per tutto il tempo, le partite non sono mai chiuse, soprattutto in Europa».

INDISPONIBILI –  «Dispiace non avere Chiellini, Marchisio e Dybala. Ma preciso che Dybala non ha lesioni muscolari, ho preferito lasciarlo a casa perché potesse lavorare per tornare prima. Valuterò solo domani mattina se far giocare Mandzukic. Detto questo, la Juve ha una rosa tale per poter sopperire a certe assenze. E le caratteristiche dei giocatori che schiererò, ci daranno delle qualità importanti. Tutti faranno una grande prestazione, sono sicuro. I drammi della vita sono altri, non le assenze di qualche giocatore».

CHANCE MORATA – «Alvaro sta crescendo di condizione, sta molto bene. Sarei stato in difficoltà a lasciarlo fuori, ci ha pensato la provvidenza. Quanto agli altri, ribadisco: deciderò domani chi schierare. Come si dice, la notte porta consiglio. Dunque, prima devo dormire…».

PRESUNZIONE – «Non credo che il Bayern sottovaluterà la Juventus, loro ci rispetteranno. In una partita può succedere sempre di tutto. Ai ragazzi ho detto e ripeterò che la partita dovrà essere giocata con serenità e lucidità. E’ come una finale: spiace che una squadra vada fuori, speriamo che siano loro».

CONTE – In chiusura, una domanda su Conte. Risposta diplomatica. «Gli allenatori italiano sono molto bravi, credo che Conte, se andrà lì, farà molto bene al Chelsea».

TUTTOSPORT.COM