Italia, Buffon: “Neuer migliore di me? Il paragone non mi tocca”

buffon (1)

Squadra che vince non si cambia: la scaramanzia vale in campo come nelle conferenze stampa della vigilia. E allora, a Bordeaux come in tutte le altre vigilie di questo Europeo, ai microfoni col c.t. Conte si presenta capitan Gigi Buffon. “Ho detto che Neuer oggi è più forte di me perché questo non tocca e non svilisce ciò che sono – racconta il capitano della Nazionale italiana, pronto al duello a distanza con un altro gigante del ruolo -. Sarebbe offensivo paragonare Manuel a un portiere di 38 anni, negli ultimi 4-5 anni sta dimostrando di essere un portiere stupendo sotto tutti i punti di vista. Io so chi sono stato e chi sono adesso”.

CONSAPEVOLEZZA – All’orizzonte c’è la sfida coi campioni del mondo: “Fino a oggi siamo stati bravi, ma domani proveremo a esserlo in modo ancora più convincente – assicura Gigi -. Non c’è altro modo per andare avanti e continuare a sognare. Sarà dura, vedendo la squadra che incontriamo. Sarà un match in cui lo ‘strapazzo’ fisico ed emotivo verrà portato all’estremo. Ma non sarà una sorpresa. La convinzione dopo aver battuto Belgio, Svezia e Spagna è maggiore, siamo più consapevoli e leggeri”.
VIGILIE – Dopo Ibrahimovic e Morata, per Buffon c’è da affrontare un’altra vecchia conoscenza della Serie A: Mario Gomez. “Il fatto di conoscere meglio un avversario che ha giocato in Italia è utile, ma il pacchetto offensivo dei tedeschi non dipende solo da lui. E gli altri campioni che la Germania schiera in attacco non hanno mai visto la Serie A, è vero, ma li abbiamo già affrontati”. Per il capitano azzurro è di nuovo vigilia di Germania-Italia, come nel 2006 e nel 2012. “Quella del 2006 era accompagnata da maggior ansia, ci trovavamo in trasferta e ci aspettava la nazionale padrona di casa, volevamo dare un riscatto sociale ai nostri emigrati – ricorda -. Nel 2012 eravamo sfavoriti e sapevamo che sarebbe servita un’impresa per guadagnarci la finale. Oggi siamo più simili a quattro anni fa che a dieci, anche se il divario che dobbiamo colmare è più ampio”.
DITE LA VOSTRA — Come finirà contro la Germania? Dite la vostra mandandoci un video con il telefonino o con il tablet: è semplicissimo, basta cliccare qui sotto su “Registra il tuo video”

La Gazzetta dello Sport