Inter, bufera Jovetic: Suning vuole portarlo in Cina

JOVETIC

Il futuro di Stefan Jovetic è ancora tutto da scrivere. Il Siviglia ha alzato il pressing, trovando il gradimento e l’accordo con il suo agente Fali Ramadani.Gli andalusi, però, non possono accontentare le richieste di Suning che vuole la cessione a titolo definitivo, ma propongono un prestito  con diritto di riscatto.A differenza dell’ultimo contatto avuto con l’Inter, sono pronti a spingersi anche al prestito oneroso da 1,5 milioni pur di portare il giocatore al Sanchez Pizjuan.

MURO SUNING- L’entourage del montenegrino non ha gradito affatto la posizione della proprietà cinese, i rapporti sono diventati ancora più freddi dopo i dissidi della scorsa estate per il mancato passaggio alla Fiorentina. Il progetto di Suning è quello di portare Jovetic allo Jiangsu, pagando i 15 milioni del riscatto al Manchester City e offrendo quasi 8 milioni di euro di ingaggio pur di convincerlo  a dire sì. Con un Fair Play finanziario da rispettare, l’Inter è costretta a fare cassa per finanziare il mercato in entrata.  Secondo quanto appreso da calciomercato.com, anche il Beijing Guoan (il medesimo club interessato a Banega) è pronto a formulare un’offerta a stretto giro di posta.

NO ALLA CINA – Al momento il muro eretto da Suning ha indispettito Jovetic che la sua scelta l’ha già fatta: vuole tornare protagonista nel Siviglia, una sfida che lo affascina eccome. No netto e deciso alla Cina, nonostante i tentativi che erano iniziati già un mese fa. Uno strappo, quello tra il duo Jovetic-Ramadani e l’Inter, difficile da ricucire, Sampaoli aspetta e spera. 

calciomercato.com