In arrivo due colpi per il Frosinone

STELLONE_1

FROSINONE Alla fine un colpo, forse due, arriveranno a rendere più competitivo il Frosinone di Stellone. E saranno tutta farina del sacco presidenziale. Infatti il patron Maurizio Stirpe ha deciso di imprimere una accelerata e di scendere in campo in prima persona, per dare quel qualcosa in più a una rosa che ha le basi ben salde, ma necessita dell’esperienza di chi la serie A l’ha masticata.

In queste ore si è fantasticato, e molto, soprattutto su Victor Ibarbo, l’attaccante colombiano della Roma. Il 23enne non è un titolare nella squadra di Garcia, ma per la sua partenza il discorso è molto complicato. Il cartellino di Ibarbo è del Cagliari, c’è un accordo per un riscatto da parte della Roma e l’inserimento canarino appare difficile.

Altro nome venuto fuori nelle scorse ore è quello di Marco Djuricin, attaccante austriaco classe 1992, un buono score con lo Sturm Graz, con 36 presenze e 17 reti nelle ultime due stagioni. Per il ragazzo, che ha anche 6 presenze nell’under 21 condite da una rete, è stato chiesto un prestito. Ma Djuricin la serie A non la conosce e sul fatto che possa essere giocatore di categoria, entriamo nel rischioso campo delle scommesse.

Si sgonfiano i nomi di Trotta ed Avenatti, mentre è tornato forte il nome di Floro Flores del Sassuolo, ma anche qui la trattativa non è facile. Stirpe però ha parlato con i suoi più stretti collaboratori di due innesti e il secondo potrebbe prefigurarsi nella zona mediana, una zona del campo da puntellare e un rinforzo che Stellone accoglierebbe a braccia aperte purchè sia un giocatore esperto e di qualità della quale ha bisogno la squadra ciociara.

Sul fronte mercato ha parlato anche il Direttore Generale Ernesto Salvini, insignito a Taormina del premio «Raimondo Lanza», per la promozione dei canarini nella massima serie. «C’è la volontà da parte del presidente di non lasciare nulla di intentato per dare peso alla squadra – ha spiegato – Credo proprio che potrà esserci la ciliegina sulla torta».

Qualcosa quindi arriverà e non sarà riempitura, della quale il Frosinone non ha certo bisogno. Intanto Filippo De Col, da settimane in predicato di passare in Ciociaria, attende il via libera da La Spezia. Via libera che potrebbe arrivare a breve, vista la cessione di Altobelli all’Ascoli è quella molto vicina di Zanon al Lanciano. Qualche mal di pancia invece per Mirko Pigliacelli, il giovane portiere giallazzurro, con un contratto fino al 2020, escluso domenica dai 23 convocati per il Toro, pare ci sia rimasto molto male. Il resto è tutto in divenire ed il mercato, specie in questi giorni che ci dividono dal 31 agosto, non dorme mai.

E Stellone intanto aspetta, ma senza alcuna fretta visto che dopo il turno di domenica prossima ci sarà la sosta e l’occasione per poter lavorare con i nuovi acquisti.

IL TEMPO