Gervinho e Destro affondano Chievo, Roma ‘vola’ a +6 sul Napoli

destro

Il Chievo commette una serie di gravi errori difensivi e la Roma ne approfitta opzionando il secondo posto in classifica e la qualificazione diretta alla Champions League. Gli uomini di Garcia, che schiera il tridente Gervinho-Totti-Destro, passano subito in vantaggio sfruttando un grave errore di Cesar, il quale sbaglia completamente il retropassaggio di testa verso Agazzi, favorendo l’inserimento dell’attaccante ivoriano.Gervinho, a tu per tu con il numero uno del Chievo, realizza senza problemi. Alla mezz’ora un altro difensore dei gialloblu (Dainelli) sbaglia un retropassaggio, ma Destro non riesce ad imitare il compagno di squadra. Un film che si ripete cinque minuti piu’ tardi – questa volta l’autore dello sciagurato passaggio al portiere e’ Sardo -, ma questa volta e’ bravo Agazzi ad anticipare Destro in uscita.

L’unica azione degna di nota del Chievo porta la firma di Paloschi, ma e’ bravissimo De Sanctis a chiuderlo. Al termine del primo tempo la Roma chiude virtualmente la partita: splendida verticalizzazione di Taddei per Destro, smarcato a tu per tu con Agazzi, e l’attaccante ex Siena sigla la sua ottava rete stagionale. Nella ripresa la Roma gioca in controllo, anche perche’ il Chievo non si fa mai pericoloso.

Ad avvicinarsi alla rete e’ nuovamente la squadra di Garcia, con Naingollan che su assist di Gervinho, sfiora il palo con un bel tiro dal limite. La risposta dei padroni di casa e’ affidata all’appena entrato Obinna, che impegna De Sanctis con un tiro da fuori e a Dainelli, imbeccato da Bentivolglio, ma il suo colpo di testa e’ troppo centrale e facile preda per il portiere romanista.Il match si chiude con l’ennesima occasione per Gervinho, ben servito in area da Pjanic, ma il suo colpo di testa viene deviato sulla linea di porta da Agazzi. Ora la Roma si porta momentaneamente a +6 sul Napoli terzo in classifica (la Juve e’ lontanissima a 11 punti). Domenica il Napoli ospita la Fiorentina e la Juve va a Catania.

Taddei, “vorrei rimanere a Roma, ma non parlo del contratto”
Il veterano Rodrigo Taddei e’ stato uno dei migliori in campo nel corso della vittoria della Roma sul Chievo. Ai microfoni di Sky Sport il centrocampista brasiliano ha cosi’ spiegato l’importanza del successo: “Importante vittoria contro una squadra che gioca bene e in velocita’. Siamo riusciti a fare i tre punti che era quello che volevamo”. Oggi sei stato impegnato da regista, un ruolo inedito… “Dall’inizio della stagione il mister mi ha detto che potevo essere utilizzato in quella posizione e quindi ho fatto parecchi allenamenti in quel ruolo. Ora e’ stato necessario provarlo anche sul campo per l’assenza di alcuni giocatori e io mi sono fatto trovare pronto. Ho rubato con gli occhi cio’ che fa De Rossi quando gioca e ho cercato di giocare il piu’ semplice possibile in velocita’. Correre e’ una cosa e’ che ho dentro e che so fare bene. Poi sono brasiliano e quindi con la palla al piede mi trovo a mio agio”. Il prossimo anno rimarra’ a Roma? “Non voglio parlare del contratto, ho la Roma nel cuore, vorrei rimanere, ma non voglio rovinare l’ottimo rapporto che ho con la societa’”.

AGI