Garcia: “Nessun caso Ljajic; vorrei Totti a mondiali”

20140321-194340.jpg

“Il Napoli e’ stato eliminato ed e’ una cosa negativa, ma io direi ai miei giocatori che ci sono meno partite da giocare”. Cosi’ il tecnico della Roma, Rudi Garcia, commentando l’eliminazione dall’Europa League del Napoli, diretta concorrente nella lotta per il secondo posto in campionato. “Non c’e’ un caso Ljajic, tutti i giocatori sono importanti e sono contento del loro gioco – ha aggiunto il mister giallorosso nella conferenza stampa alla vigilia dell’anticipo in casa del Chievo – Poi io faccio le scelte, ma tutti devono essere importanti e ne sono convinto, soprattutto alla vigilia di una doppia settimana con cinque gare”.

Rudi Garcia, rispondendo ad una domanda dopo le ‘aperture’ di Francesco Totti alla Nazionale per gli immimenti Mondiali, da’ un consiglio a Prandelli: “Mi piacerebbe tanto che il capitano andasse in Brasile, sarebbe una cosa bella per lui e per la Roma. Ora conta solo che giochi come contro l’Udinese, che stia bene sul piano fisico, poi solo il ct dell’Italia potra’ decidere se lo portera’ o meno in Brasile”.

Il tecnico della Roma, Rudi Garcia, parla poi della possibilita’ che ci sia ancora lui sulla panchina giallorossa nel giorno dell’inaugurazione del nuovo stadio: “Lo spero ma non dipende da me”. Cosi’ . “Ho la valigia sempre pronta ma qui sto benissimo – aggiunge l’allenatore francese alla vigilia dell’anticipo contro il Chievo -. A Lilla sono stato il primo allenatore del nuovo stadio, spero succeda anche con la Roma”.

AGI