Escluso dalla Seleçao, Maicon a colloquio con Garcia

Maicon_Roma

Maicon va a rapporto da Garcia. Il brasiliano è sbarcato alle 13.08 allo scalo romano di Fiumicino con un volo proveniente da Miami, lì dove è avvenuta la frattura con la nazionale per motivi ancora da chiarire. Lo farà lui stesso oggi pomeriggio, nel faccia a faccia con il tecnico francese e la dirigenza. Dopo un po’ di riposo a casa per smaltire il jet lag, alle 16.12 ha varcato i cancelli di Trigoria sfrecciando con la sua auto: dovrà fornire le spiegazioni che la Federcalcio brasiliana non ha dato alla Roma. La società ha provato a contattare il coordinatore Rinaldi, che però non ha risposto né alle telefonate né alle mail. Un atteggiamento che non è piaciuto al quartier generale giallorosso, che avrebbe gradito maggiore disponibilità e trasparenza dalla nazionale verdeoro dopo un’esclusione tanto clamorosa quanto oscura (per ora). Non ci sono conferenze stampa di Maicon in agenda, ma non è escluso che possa esserci una versione ufficiale dell’accaduto. Il brasiliano ha preferito schivare i giornalisti presenti all’aeroporto questa mattina e ha lasciato lo scalo da un’uscita secondaria. Ad attenderlo c’era una scorta di agenti in borghese, ma nessuna macchina della società, che aveva però concordato con il giocatore una via di fuga da Fiumicino per evitare, fino a quando sarà possibile, il momento della verità. Il primo a conoscerla vuole essere Garcia.

IL MESSAGGERO