Calcio: ‘patto del Diavolo’, accordo B&Bee per il Milan. Berlusconi cede 48%

Berlusconi Milan

B. and Bee: il Milan cambia pelle. Bee Taechaubol ha fatto il suo ingresso ufficiale nel club rossonero e affianca B. (Berlusconi). La tanto attesa fumata bianca e’ arrivata ieri: e’ stato firmato il patto vincolante tra Fininvest e il Thai Prime Fund, consorzio guidato dal broker thailandese, da sabato in Sardegna per sistemare gli ultimi dettagli con Silvio Berlusconi, per la cessione del 48% delle quote del Milan per una cifra che sfiorerebbe i 500 milioni di euro.

Il closing dell’operazione, come specificato negli accordi, avverra’ tra il 14 il 30 settembre con il trasferimento dei fondi e le firme sono arrivate dopo l’ultimo ok dell’ex premier, che rimarra’ come presidente mentre a Mr. Bee spettera’ la carica di vice. Secondo quanto trapela, saranno 13 i componenti del Cda e, oltre ad Adriano Galliani e Barbara Berlusconi, verra’ nominato anche un terzo amministratore delegato vicino al nuovo socio che si occupera’ del marketing extra Ue. Nel contratto non sono previste penali, per i dettagli tutto rimandato al comunicato congiunto anche se l’identita’ di vedute e’ totale.

Missione compiuta dunque per Bee, che giovedi’ era sbarcato in Italia con il compito di mettere a tacere le voci circa un suo disimpegno dopo gli accordi dei mesi scorsi: sbarcato a Malpensa, Teaechubol ha incontrato Berlusconi ad Arcore, quindi e’ atterrato assieme al presidente rossonero a Olbia sabato, segnale che ormai la trattativa stava arrivando alla sua conclusione.

Dalle impressioni ai fatti, la firma e’ arrivata con Fininvest, attraverso l’ad Pasquale Cannatelli, e Taechaubol, a siglare il preaccordo vincolante che cambia la storia del Milan, che adesso ha maggiori certezze sui fondi da investire anche sull’attuale mercato. “E’ andato tutto bene e abbiamo firmato un accordo che permette ai nostri investitori di cominciare a lavorare molto presto per lo sviluppo del club.
Il presidente Berlusconi e’ una grande persona ed e’ molto ambizioso. Siamo d’accordo, vogliamo far crescere il Milan ancora di piu’ in tutto il mondo. Adesso dobbiamo solo sistemare alcuni aspetti burocratici e poi saremo pronti per lavorare insieme”, dice il broker thailandese che si appresta a diventare un habitue’ di San Siro. “Si’ e non vedo l’ora – confessa -. In passato ero stato qui per preparare la conclusione di questa trattativa. Ma ora sara’ diverso. Mi vedrete sempre piu’ spesso nelle vesti di tifoso con il presidente Berlusconi. Per vincere insieme? Si’, naturalmente”.

Di ritorno a Bangkok, pare che Mr.Bee tornera’ in Italia il 12 settembre per un viaggio privato con la famiglia, giusto alla vigilia del derby. Chissa’ che non abbia la tentazione, proprio nell’occasione piu’ sentita e importante, di fare un salto a San Siro nella nuova veste.

AGI