Buffon avverte il Napoli: “La Juve non è quella dell’andata”

gianluigi buffon 1

“La Juventus non è quella dell’andata”. Gigi Buffon manda un messaggio al Napoli in vista dello scontro scudetto di sabato. Il portiere bianconero si aspetta una sfida diversa da quella del San Paolo, dove il Napoli si è imposto per 2-1.

“Secondo me all’andata non eravamo ancora le squadre che siamo adesso, eravamo ancora in uno stato un po’ embrionale rispetto a quello che, poi, si è visto in seguito. Di conseguenza, penso che ci aspetterà una bella sfida, una partita ricca di contenuti agonistici e tecnici. Ad oggi, il Napoli è meritatamente primo in classificacon due punti di vantaggio e questo sta a significare che è una squadra che arriva a Torino con grande entusiasmo e, penso, anche con grande voglia e desiderio di mostrare che il primato è una logica conseguenza del lavoro e di quello che si sono guadagnati sul campo”, dice il portiere e capitano della Juventus.

I bianconeri hanno la miglior difesa del campionato, un dato che potrebbe spostare dalla loro parte l’ago della bilancia in ottica scudetto. Non per Buffon: “Penso che nel 90% dei casi sia così, soprattutto in Italia. Ma ad oggi questo dato non è confermato, visto e considerato che siamo ancora secondi, pur avendo la miglior difesa, però, ci sono ancora 14 partite per far sì che questa tradizione trovi conferma”.

Il Napoli, in vantaggio di due punti sulla Juventus, sulla carta potrebbe anche accontentarsi di un pareggio: “Non ne ho idea, perché non vivo lo spogliatoio, non conosco le loro ambizioni e non so che tipo di approccio generi giocare contro la Juventus nel nostro stadio -dice Buffon-. Sicuramente tutte e due le squadre proveranno a vincere, però alla fine credo che anche per noi l’importante sia soprattutto non perdere”.

Il Napoli ha in Higuain la sua arma migliore: “Quest’anno, ma penso anche gli altri anche se è stato in alcuni spezzoni di stagione criticato, credo che abbia dimostrato di essere un attaccante fenomenale e di essere il vero crack di quella squadra, la vera ciliegina sulla torta di un complesso di grande valore -ammette l’estremo difensore bianconero-. Uno spartito che suona, sicuramente, una musica molto gradevole ed efficace, che poi trova in lui lo stoccatore”.

La Juve si è rilanciata con 14 vittorie consecutive e ora sogna il quinto scudetto di fila: “Se dovesse accadere, sarebbe il sogno conseguito dopo un’impresa perché, obiettivamente, pensare che la Juve dopo quell’inizio potesse essere oggi qua a giocarsi lo scudetto e inanellare 14 vittorie di file era un qualcosa di impensabile”. Riguardo le voci che accostano Massimiliano Allegri al Chelsea e Alvaro Morata di nuovo al Real Madrid, Buffon taglia corto: “Sono cose che sentono se si passa di fronte a una tv con un canale sportivo, altrimenti non è che abbiano una grande incidenza su di noi nella quotidianità dello spogliatoio. Il fatto che due nostri elementi siano appetiti da queste grandi squadre, è la conferma del fatto che stiamo facendo ancora una grande stagione e ciò ci gratifica”.

ADNKRONOS