Nella splendida location delle Scuderie Aldobrandini a Frascati l’evento organizzato da Stefano Raucci e Sabina Prati ha visto la partecipazione di Istituti di Moda e Accademie da tutto il Lazio e da Bergamo: autorità e istituzioni hanno partecipato all’inaugurazione
La kermesse è stata patrocinata da Regione Lazio, Parco dei Castelli Romani e comune di Frascati

Ha fatto il pieno di consensi e applausi il Festival della Moda EcoGreen, organizzato da Sabina Prati e Stefano Raucci con il patrocinio di Regione Lazio, Parco dei Castelli Romani e comune di Frascati.
La manifestazione, che è stata inserita nel calendario delle celebrazioni dei 40 anni del Parco dei Castelli Romani, si è svolta nella splendida location delle Scuderie Aldobrandini di Frascati alla presenza delle autorità e delle istituzioni locali. All’apertura hanno partecipato l’assessore al bilancio e all’agricoltura della Regione Lazio on. Giancarlo Righini, il commissario del Parco dei Castelli Romani avv. Ivan Boccali, la sindaca del comune di Frascati Francesca Sbardella con il presidente del consiglio comunale Corrado Spagnoli e la vice sindaca di Marino Sabrina Minucci. Ecco le parole dell’assessore al Bilancio e all’Agricoltura della Regione Lazio on. Giancarlo Righini: “Nella scorsa legislatura fui tra i promotori della Legge Regionale a sostegno della moda, una delle eccellenze produttive della nostra Regione, e più in generale uno dei punti di forza che portano il nostro Paese ad essere conosciuto anche al difuori dei confini nazionali. Oggi la nuova sfida è unire lo stile e la creatività della moda made in Lazio alla sostenibilità ambientale e in questa direzione tutti dobbiamo muovere le nostre forze. Mi congratulo con gli organizzatori Sabina Prati e Stefano Raucci e con tutti gli stilisti presenti per la qualità della proposta e degli abiti realizzati con tessuti e materiali riciclati e riportati a nuova vita a tutela dell’ambiente”. L’assessore Righini ha poi speso belle parole anche per le aziende vinicole presenti, aderenti al progetto Reservin, che insieme al forno Pancaffé di Lariano hanno offerto una degustazione di vini e prodotti tipici a tutti i presenti. Dello stesso tenore le parole dell’avvocato Ivan Boccali commissario del Parco dei Castelli Romani, che ha sostenuto l’iniziativa: “Siamo felici di partecipare ad un evento che coniuga talento, moda e rispetto per l’ambiente sotto il segno distintivo dell’alta qualità – ha detto il commissario avv. Boccali -. Al contempo, la valorizzazione dei prodotti e delle tipicità del territorio, fanno sì che iniziative come queste meritino tutta l’attenzione possibile. Da parte nostra, posso dire che anche in futuro, se gli organizzatori vorranno, cercheremo di essere presenti, visto l’ottimo lavoro che hanno realizzato e per il quale mi congratulo. Fa piacere vedere la presenza di tanti Istituti e Accademie di giovani stilisti di tutto il Lazio ma anche di studenti dell’Accademia Andreina Morelli di Bergamo, segno che la creatività e la moda possono essere un filo conduttore che va ben oltre le distanze”. Complimenti e parole di stima sia per gli organizzatori Prati e Raucci che per gli stilisti partecipanti sono arrivate anche dalla sindaca di Frascati Francesca Sbardella e dal Presidente del Consiglio Comunale Corrado Spagnoli, che hanno applaudito particolarmente la sfilata degli abiti di NeroLuce, il brand realizzato dalle ex detenute di Rebibbia in un progetto dal nome “Ricuciamo” volto al reinserimento sociale in laboratori che si tengono sotto il coordinamento di Sabrina Minucci (stilista e vicesindaco di Marino) e Germana De Angelis.
Ad allietare i presenti nella giornata inaugurale, tra gli interventi dei prestigiosi ospiti e la sfilata di NeroLuce, è stata la musica del trio guidato dal maestro Damiano Drogheo al sax, affiancato da Sergio Caruso (tastiera) e Simone Partigianoni (voce). Applausi a scena aperta anche per la “Exhibition Art”, la mostra personale di opere d’arte del pittore Massimiliano Ferragina, che ha impreziosito l’evento in tutte e due le giornate di svolgimento con colori e creazioni ricche di talento ed estro. A condurre l’evento con il consueto ritmo e la nota professionalità Stefano Raucci, voce di Radio Radio, che ha sapientemente presentato anche la sfilata del giorno successivo, in una Sala affollata e piena di colori e di entusiasmo.

Protagonisti i tanti giovani allievi delle accademie del Lazio e non solo. Il pubblico ha ammirato da vicino le creazioni degli allievi, dell’Istituto Aniene di Roma, del Liceo Paritario Ugo Foscolo di Ostia, dell’Alta Moda Academy di Roma, dell’Istituto Apicio Colonna Gatti di Anzio/Nettuno, dell’Istituto Vittorio Veneto Salvemini e dell’accademia di Bergamo Atelier Andreina Morelli e degli stilisti Stefania Di Carlantonio, Piedades Villacencio Rossell, Linea Ame, Antonella Riggio, Marco Piccinini e Giacomo Ferracci.
Protagoniste della kermesse di moda green ed ecosostenibilità sono state nella seconda giornata anche le bellissime creazioni di Sabrina Minucci, nota designer del territorio dei Castelli Romani e del centro Italia. SIgnificative le parole della direttrice del Parco dei Castelli Romani Emanuela Angelone, che ha rivolto un grande in bocca al lupo a tutti i partecipanti prima della premiazione finale: “Sono felice di essere qui per questa manifestazione che è un vero e proprio inno alla creatività e al talento. E’ bellissimo vedere come grazie al lavoro degli allievi e dei loro docenti da vecchi abiti, tessuti e materiali in disuso abbiano preso forma delle vere e proprie collezioni moda e abiti meravigliosi e di pregevole fattura, nel nome dell’ecosostenibilità”.
Tra una sfilata e l’altra dei capi indossati dalle modelle della Sabina Prati Eventi Moda, da applausi l’esibizione musicaledella giovane cantante Chiara Pelle, che ha presentato anche il suo nuovo singolo inedito “Qualcosa Incoerente”. Tra il numeroso pubblico presente in sala, l’assessore alla cultura del comune di Lariano Sabrina Verri e la consigliera comunale del comune di Frascati Anna Delle Chiaie . A curare il look delle modelle nel backstage Sergio Tirletti e lo staff della Pablo Gil Cagné, due nomi noti del mondo della moda e dello star system.
Alla fine del Festival della Moda, gli organizzatori Sabina Prati e Stefano Raucci hanno voluto premiare con una borsa di studio del valore di 500 euro l’Accademia Atelier Andreina Morelli di Bergamo e con una esposizione di abiti da realizzare nel 2024 in una galleria d’arte romana l’Istituto Aniene di Roma e gli stilisti Giacomo Ferracci e Marco Piccinini, quest’ultimo proveniente da L’Aquila. Ad immortalare ogni attimo i fotografi Adriano Di Benedetto e Max Sebastiani, sotto l’occhio delle telecamere del circuito Odeon Tv. Uno speciale televisivo sull’evento andrà in onda nei prossimi giorni sul canale televisivo nazionale 165 del digitale terrestre.
Ecco le parole degli organizzatori a fine evento: “Ringraziamo la Regione Lazio e il Parco Regionale dei Castelli Romani per il patrocinio e il sostegno all’iniziativa, così come il comune di Frascati per il patrocinio concesso. Un grazie va a tutti gli Istituti e le Accademie di Moda che hanno partecipato, agli stilisti che hanno portato le loro creazioni al nostro evento, agli ospiti e ai professionisti che hanno lavorato con noi anche nel backstage, alle aziende che hanno offerto le degustazioni gratuite, ai giornalisti e agli organi di informazione per la collaborazione e infine un sentito ringraziamento va al partner ufficiale BVB Holding che ha sostenuto l’iniziativa”.