Spalletti all’ombra del Vesuvio. Il tecnico toscano si presenta sulla panchina del Napoli. L’ex trainer di Roma e Inter ha bagnato ufficialmente il suo esordio come condottiero azzurro nella conferenza stampa di rito terminata da poche ore.

Per lui è un ritorno ai campi dopo due stagioni di stallo e attesa. Torna in Serie A un tecnico carico, determinato e navigato. Riuscirà a mantenere un rapporto cordiale con il vulcanico Presidente Aurelio De Laurentiis? Staremo a vedere.

Queste le prime dichiarazioni di Luciano Spalletti da allenatore del Napoli

Alleno nella città di Maradona e San Gennaro. Mi piace questa squadra perché mi somiglia. Da quando sono il nuovo tecnico non ho tolto gli occhi di dosso a questo gruppo. Sono emozionato di allenare in questa città e nello stadio dove appunto giocava Diego Armando Maradona“.

Cosa pensano le nostre Teste di calcio sull’approdo di Spalletti in azzurro?

melli

Franco Melli

Spalletti è un grandissimo allenatore se riesce a giocare bene e se le cose vanno bene. Credo che a Napoli possano andar bene. Negli anni scorsi si era avuta questa stessa sensazione, poi però è svanita strada facendo. Il problema principale che attende Spalletti è quello di far sì che non arrivino le contrarietà. Ad un certo punto, guardando gli anni passati della sua carriera, perde la bussola e allora diventa un mister vulnerabile che non riesce più a sorvegliare le proprie emozioni.

Furio Focolari

Il Napoli nel recente passato ha avuto dei picchi. Con Sarri e Mazzarri fece anche molto bene la Champions League. Senza dimenticare la Coppa Italia vinta con Gattuso. Credo che Spalletti possa far bene. Ha fatto bene nel primo ciclo alla Roma, ma secondo me anche all’Inter che non era certo quella di Lukaku. Il Napoli ha una buona squadra e adatta ai suoi schemi. Con De Laurentiis la presentazione va benissimo, ma il problema è sempre il dopo. Auguro ai tifosi del Napoli che Spalletti possa iniziare e continuare nel modo giusto.

Alessandro Vocalelli

Penso che Spalletti farà molto bene a Napoli. Innanzitutto perché ha una squadra che vale molto più di quello che ha fatto lo scorso anno. Questo non per colpa di Gattuso che ha avuto problemi di vario genere. Il Napoli non è peggio del Milan come squadra. Gli attaccanti azzurri le altre squadre se li sognano. Penso anche che Spalletti sia un grandissimo allenatore. Nelle precedenti esperienze ha trovato situazioni molto complicate, riuscendo comunque a raggiungere obiettivi rilevanti.

Luigi Ferrajolo

Spalletti è un allenatore molto molto bravo. Il Napoli sembra la vettura giusta per un conducente come lui. E’ una squadra con valori e caratteristiche che sicuramente piacciono al mister. C’è un problema: lui ha dei limiti caratteriali. E’ molto permaloso e sospettoso. Basta poco per fargli sospettare problemi e congiure. Questa è l’unica incognita dell’arrivo di Spalletti a Napoli.